Assegno emesso non incassato


Ho emesso un assegno fuori piazza, datato 3 febbraio 2020: ad oggi non è ancora stato incassato, sono passati quindi i 15 giorni utili per farlo. È coperto, sul mio conto ci sono i fondi. Se dovesse essere portato all’ incasso cosa succede? Verrà pagato nonostante siano passati i 15 giorni? E se sul mio conto al momento dell’ incasso eventuale non dovesse esserci più la somma atta a coprirlo?

Deve fare in modo che sul conto corrente persista liquidità sufficiente a coprire l’assegno eventualmente messo all’incasso, anche una volta scaduti i termini di presentazione.

A meno che il traente (colui che ha emesso l’assegno) non proceda con ordine scritto alla banca di revoca di pagamento per quello specifico assegno: l’assegno non pagato dalla banca su ordine del traente non potrà essere protestato né segnalato in CAI, tuttavia il beneficiario con l’assegno rimasto impagato potrà precettare il traente e avviare un’azione esecutiva nei suoi confronti.

2 Marzo 2020 · Simonetta Folliero



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Assegno emesso non incassato