Apertura del conto corrente – Rischio un rifiuto avendo subito il protesto di due assegni quattordici anni fa?


Banche dati occulte dei cattivi pagatori, conto corrente di base, protesto, protesto e iscrizione in RIP (Registro Informatico dei Protesti)

Ho subito il protesto di 2 assegni 14 anni fa, è probabile che questa macchia possa impedirmi l’apertura di un conto corrente bancario?

Ormai non dovrebbe esserci più traccia dei due protesti elevati quattordici anni fa: la permanenza del suo nominativo nel Registro Informatico dei Protesti (RIP) è finita decorsi cinque anni dalla data di levata dei due protesti. Così anche i dati, eventualmente censiti nelle banche dati di informazioni commerciali (qualora avesse firmato i due assegni come titolare di una ditta individuale o come amministratore di società) non dovrebbero essere più visualizzati da chicchessia, essendo obbligatoria la loro cancellazione dopo un decennio dall’intervenuto protesto.

Tuttavia, anche se il suo nominativo fosse ancora presente in qualche banca dati occulta e non ufficiale di cattivi pagatori e lei avesse la sfortuna di rivolgersi a una filiale di banca che ne facesse ancora uso, le farà piacere sapere che a partire dal primo gennaio 2020, le banche e Poste Italiane saranno tenute ad offrire al cliente consumatore (non possono rifiutarlo, anche se l’aspirante cliente è segnalato in una centrale rischi, pubblica o privata) un conto corrente cosiddetto di base: le operazioni e i servizi inclusi nel conto di base devono comprendere la possibilità per il cliente di aprire, gestire e chiudere il conto corrente; accreditare di fondi sul conto corrente (deposito di contante, accredito stipendio e pensione); prelevare contante all’interno dell’Unione europea, presso le dipendenze della banca o gli sportelli ATM; ottenere una carta di debito (bancomat); effettuare addebiti diretti; operazioni di pagamento mediante carta di pagamento, utilizzabile anche online, nell’ambito dell’Unione europea; effettuare bonifici e ordini permanenti di bonifico.

E’ escluso, con l’apertura del conto corrente di base, il rilascio di un libretto di assegni e della carta di credito: ma per poter lavorare e per le esigenze ordinarie, le funzionalità del conto corrente di base sembrano essere più che sufficienti.

29 Settembre 2019 · Simonetta Folliero

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui

Altre sezioni che trattano argomenti simili: , , , ,


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 300 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Apertura del conto corrente – Rischio un rifiuto avendo subito il protesto di due assegni quattordici anni fa?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.