Deposito forzoso a garanzia quando si preleva da un distributore di benzina self service con carta di credito o di debito


Ho provato a fare benzina al self con poste pay prepagata: temendo di dover mettere 100 euro apparsi sul display, ho annullato l’operazione, è uscito lo scontrino che diceva che non sarebbe stato addebitato nulla ma è scomparso tutto il credito che avevo, 93 euro. Le poste cui ho segnalato ciò mi hanno risposto che probabilmente tra 15 gg si sbloccherà e mi verranno accreditati. Ma è giusto trattenere soldi per tanto tempo e per una operazione annullata?

Non è giusto, ma purtroppo così funziona con i rifornimenti di benzina self service, quando si paga con carta di credito o bancomat: se avesse avuto 101 euro disponibili nella prepagata, sarebbe stati trattenuti tutti.

Nel momento in cui è stato avviato il prelievo con l’inserimento della carta sono stati bloccati i 93 euro: praticamente, anche se avesse voluto, non avrebbe potuto prelevare nemmeno un goccio di benzina, stante il fatto che non ci sarebbe stata disponibilità. In pratica per prelevare 20 euro di benzina sulla prepagate devono essere disponibili almeno 121 euro: bisognerebbe farlo notare agli scienziati al governo che vorrebbero abolire l’uso del contante.

Ne abbiamo discusso ampiamente qui.

9 Febbraio 2021 · Simonetta Folliero



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Deposito forzoso a garanzia quando si preleva da un distributore di benzina self service con carta di credito o di debito