Mi hanno pignorato lo stipendio e adesso verso 120 euro al mese a fronte di un debito di 250 mila euro - A cosa serve se non finirò mai di pagare?

Nel 2003 avevo cessato la mia attività come ditta individuale ma avendo avuto una grossa fregatura non ho potuto pagare niente: avevo solo i soldi saltuari per vivere ed oggi lavoro come stagionale. Equitalia mi ha fatto un pignoramento presso terzi dal mio stipendio di 1180 mensili poi la retribuzione per tre mesi di sussidio di 750 euro. L'ammontare del mio debito e di 250 mila euro: ho chiesto spiegazioni all'ente e mi è stato detto che devo pagare. Assurdo neanche nella tomba riesco a risarcire: faccio presente che vivo in affitto e faccio una brutta vita con la mia famiglia ho tanta vergogna verso loro. Questa è l'Italia!

Il pignoramento dello stipendio di circa 120 euro mensili (pari al 10% della retribuzione) può essere sostenibile. Certo sarebbe stato meglio se questo prelievo non ci fosse stato, ma non credo che anche con la disponibilità di 120 euro in più la sua situazione economica cambierebbe da così a così.

Il numero di anni in cui questo debito sarà servito non deve preoccuparla più di tanto: in effetti, se volessimo dirla tutta, il problema è solo del creditore.

Il pignoramento del sussidio di 750 euro mi lascia un pò perplesso in quanto dovrebbe essere impignorabile: ma se per sussidio lei intende l'indennità di disoccupazione, magari anche lasciata in deposito sul conto corrente, allora i conti tornano.

Comprendo il suo disappunto: per arrivare ad accumulare un debito di 250 mila euro è stato sicuramente vittima di personaggi senza scrupoli che l'avranno utilizzata come prestanome. Ma qualcosa avrà pure percepito, mi auguro, in cambio e, comunque, l'esperienza negativa le servirà comunque per prestare maggiore attenzione in futuro.

In effetti concordo anche sull'ultima considerazione Questa è l'Italia. Fortunato chi può lasciare questo disgraziato paese e tornarsene lì da dove è venuto (lasciando qui debiti che, in ogni caso, pagheranno i contribuenti italiani onesti).

17 novembre 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il recupero crediti asserisce che non serve esibire un estratto conto cronologico del debito
Avevo scritto pochi giorni per una questione di un finanziamento che ho fatto 3 anni fa con la Santander di 10.000 euro purtroppo da piu di un anno e mezzo che ho perso il mio lavoro tempo indeterminato m sono trovata in difficolta per pagarlo . Adesso la banca inizialmente ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale – istanza di cancellazione delle ipoteche per debiti inferiori ad 8 mila euro
Dal 22 febbraio 2010 blocco delle iscrizioni ipotecarie sotto gli 8 mila euro: e per chi si trova nella situazione di avere un'ipoteca per debiti inferiori agli 8 mila euro, Equitalia ha messo a disposizione la modulistica con cui presentare l'istanza di cancellazione «che sarà effettuata», spiega Marco Cuccagna, direttore ...
Limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore - La soglia sale a 3 mila euro
Dal 1° gennaio 2016 è vietato il trasferimento di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, quando il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore ...
Rateazione Equitalia - per debiti fino a 50 mila euro possibile chiederla con semplice richiesta motivata
Passa da 20 a 50 mila euro la soglia massima che permette di chiedere la rateizzazione con una semplice richiesta motivata.  E' possibile ottenere fino a 72 rate (6 anni), fermo restando che l'importo di ciascuna rata dovrà essere pari almeno a 100 euro. Per gli importi superiori resta invece ...
Garanzia legale » Antitrust sanziona Lidl per 300 mila euro
Regole sulla garanzia legale omesse: l'Autorità Garante della Concorrenza ed il mercato (Agcm) ha infilitto a Lidl una multa di 300 mila euro. Contestato il mancato rispetto delle regole sulla garanzia legale di conformità sui prodotti non alimentari. A causa di questa pratica commerciale scorretta,l'Antitrust ha multato Lidl Italia Srl ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca