L’agenzia debiti mi chiede 100 euro di spese oltre all’importo dovuto al creditore

Un’agenzia di recupero crediti mi ha invitato a firmare un effetto della somma che devo a un’azienda di fornitura di energia elettrica del valore di 650 euro. Oltre a questo mi chiedeva di aggiungere a questa somma 100 più IVA se il piano non va in porto per le spese di agenzia: è corretto tutto questo?

I cento euro richiesti sono sicuramente dovuti, come corrispettivo, se l’incarico di trattare con il creditore è stato affidato all’agenzia dal cliente debitore e se, congiuntamente, l’importo concordato dall’agenzia con il creditore è minore (in misura superiore ai cento euro) rispetto a quanto effettivamente dovuto dal debitore. Indipendentemente dall’esito della trattativa.

Altrimenti, si tratta di un abuso bello e buono, perchè le spese stragiudiziali di recupero non possono arrivare al 15% del debito come nella fattispecie, soprattutto se l’esito della trattativa è nagativo. E, comunque,il corrispettivo per l’agenzia debiti è già stato concordato a forfait (per uno stock di pratiche) con il creditore, in modalità pro solvendo se si tratta di società affidataria, o pro soluto se il credito è stato acquistato (il che avviene, solitamente al costo di pochi euro per ciascuna pratica).

Ragionando per assurdo come fa la nostra agenzia debiti, un debitore che dovesse rifiutare (perchè non intende pagare o non può farlo) le proposte di una serie società di recupero, dopo vari passaggi di mano del medesimo credito, si troverebbe ad aver corrisposto una somma pari a quanto effettivamente dovuto al creditore originario.

Le uniche spese di recupero che il debitore è tenuto a pagare sono quelle afferenti la procedura giudiziale, laddove l’importo viene stabilito da un giudice.

8 Ottobre 2020 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pagamento dei debiti con accordi transattivi a saldo stralcio
Dopo anni di tribolazione sono finalmente riuscito a prendere accordi per il pagamento con saldo a stralcio rateizzato per un debito piuttosto alto: circa 30 mila euro senza interessi in venti anni (il debito totale era di circa 50 mila euro). Ora mi è venuto un dubbio che non mi fa dormire: è possibile che la Banca che ha acquistato il credito e ha accettato un piano di rientro così lungo possa decidere di cambiare idea e richiedere il pagamento in un unica soluzione dell'intero debito originario? Oppure se continuo a pagare con regolarità ciò non sarà possibile? Inoltre, mi ...

Il debitore deve sempre concordare con il creditore la dilazione di un prestito o di una obbligazione - Se la dilazione non è concessa in modo formale il debitore deve adempiere comunque alla scadenza per l'importo dovuto
Circa 3 anni fa chiedo protocollando in banca di pagare il mio debito di circa 5 mila euro con rate da 100 euro mensili senza alcuna risposta. Nonostante questo verso ogni mese questa cifra senza ricevere alcuna azione dalla banca. Da un anno a questa parte ho interpellato sia l'ente garante al 50%, che la banca ed ho ottenuto dal primo l'approvazione scritta e dalla seconda quella verbale che avrebbero regolarizzato questa posizione anomala, cioè fare versare la quota di 100 euro senza sistemare il debito con un piano di ammortamento. Anche ultimamente ho firmato due fogli di carta della ...

Cartelle esattoriali: pace fiscale per debiti sotto 200 mila euro - E' vero?
Con il nuovo governo, ho sentito parlare della possibilità di azzerare la riscossione per chi ha cartelle esattoriali con debiti sotto i 200 mila euro: si tratterebbe della cosiddetta pace fiscale. E' vero che c'è questa eventualità? Andrà in porto questo emendamento? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic L’agenzia debiti mi chiede 100 euro di spese oltre all’importo dovuto al creditore