Acquisto scooter e rischio di fermo amministrativo


Argomenti correlati:

Ho una cartella esattoriale di Agenzia delle Entrate Riscossione di circa 1800 euro, non più rateizzabile: fintanto che metto da parte i soldi per saldarla, ho comunque bisogno di un mezzo per recarmi al lavoro. Ho deciso quindi di acquistare uno scooter elettrico di piccola cilindrata ( motore da 3,3 KW) per poter andare al lavoro anche nelle giornate in cui il traffico è chiuso ai mezzi a benzina.

L’agenzia delle entrate potrebbe porre il fermo amministrativo sullo scooter elettrico appena acquistato o, essendo un bene mobile, ed in aggiunta l’unico mezzo che ho per andare al lavoro, lo scooter non è aggredibile?

Tutti i veicoli (beni mobili) che hanno obbligo di registrazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) possono essere soggetti ad iscrizione di Fermo Amministrativo da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossione per debiti esattoriali del proprietario (articolo 86 DPR 602/1973).

I motocicli elettrici, che non superano i 4 kW di potenza, non sono beni mobili registrabili al PRA.

A parte questo, è irrilevante che il debitore debba utilizzare il veicolo per raggiungere la sede di lavoro: il fermo amministrativo, per i veicoli iscritti al pubblico registro automobilistico, può essere evitato solo se trattasi di bene mobile di proprietà del debitore strumentale all’esercizio della professione o all’attività di impresa oppure se il bene mobile di proprietà del debitore è utilizzato per il trasporto di una persona diversamente abile.

2 Ottobre 2020 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Acquisto scooter e rischio di fermo amministrativo