ACEA energia elettrica – Richiesta pagamento consumi arretrati


Ho un negozio rimasto vuoto perché fatiscente per svariati anni: Ultimamente quasi per caso ho visto sulla mia mail una comunicazione di un avvocato che per conto dell’ACEA elettricità mi chiedeva per una bolletta del 2016 mai pervenuta a me, (ma che lui afferma inviata per raccomandata ad un indirizzo dove ho avuto la residenza in passato, ma dove nel 2016 non risiedevo più da almeno 3 anni), dicevo con questa bolletta mi si richiedevano per l’utenza allora presente in questo vecchio negozio, vuoto fino al 2016, ben euro 3.200 riferiti a consumi/conguagli a partire dal 2002. Vi è in questa comunicazione in allegato anche il riferimento a un notaio di Roma come per minacciare un pignoramento. Io posso dimostrare con uno storico di residenza che la prima comunicazione da loro inviata nel 2016 è stata inviata ad un indirizzo in cui io non risiedevo più da svariati anni e posso dimostrare che nel 2002 il negozio era vuoto e quindi a consumo 0. Quando il nuovo inquilino nel 2016 ha rimosso il vecchio contatore io non ho potuto controllare nulla e non ero presente dunque loro possono affermare tutto ciò che vogliono e io niente. Hanno comunque titolo per procedere contro di me e come posso tutelarmi? Vi prego di aiutarmi.

Purtroppo due sono i gravi inadempimenti sostanziali che possono essere eccepiti da ACEA per convalidare la pretesa economica formulata nei confronti dell’attuale intestatario del contratto di fornitura di energia elettrica: in occasione della dismissione del negozio il vecchio conduttore, titolare del contratto, avrebbe dovuto provvedere alla disattivazione della fornitura di energia elettrica con sigillo del contatore e comunque, come previsto nel contratto d fornitura, avrebbe dovuto comunicare il nuovo domicilio a cui inoltrare le comunicazioni inerenti l’esecuzione del contratto.

Se il nuovo conduttore del negozio non ha effettuato la voltura del contratto di fornitura di energia è una questione che coinvolge esclusivamente i conduttori dell’immobile affittato, mentre per ACEA riguarda l’attuale intestatario del contratto di fornitura, il quale mai ha provveduto ad effettuare la disattivazione.

18 Luglio 2022 · Giovanni Napoletano



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic ACEA energia elettrica – Richiesta pagamento consumi arretrati