Vorrei accollarmi un mutuo, ma la banca non concede l’accollo liberatorio

Io e il mio ex marito abbiamo una casa cointestata per la la quale vorrei accollarmi io il mutuo e continuare a pagare tutto il debito: la banca purtroppo non mi ha mai permesso l’accollo liberatorio nei confronti del mio ex marito perchè per loro il mio reddito era basso. Ora ho avuto una fortuna di ricevere un’eredità con la quale potrei estinguere il mutuo e fare il passaggio di proprietà, solo che se non libero prima il mio ex dal mutuo, il notaio non può procedere all’atto di proprietà,come precisato dell’atto di separazione.

Adesso che ho questi soldi per coprire totalmente il debito, la banca potrebbe concedermi questa liberatoria?

Non credo assolutamente che la banca possa concederle un accollo liberatorio: è necessario, infatti, che il mutuatario subentrante abbia un reddito sostenibile nel tempo per il pagamento delle rate. L’incremento del patrimonio dell’aspirante mutuatario, infatti, non garantisce il regolare pagamento delle rate: certo, offre qualche garanzia in caso di inadempimento, ma alla banca interessano i soldi, pochi, maledetti e subito, piuttosto che avviare azioni esecutive sui beni di proprietà del debitore inadempiente.

L’unica per risolvere la situazione è liquidare l’eredità ed estinguere il mutuo.

12 Giugno 2020 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

quando la banca non concede accollo liberatorio del mutuo ipotecario frazionato
Senza entrare nel merito della questione, si può dire che nell'operazione di accollo del mutuo assistito da ipoteca, le banche creditrici devono dare il loro assenso e normalmente non liberano il mutuatario originario (anche se si può richiederlo). Questo accade perché l'accollo ha carattere cumulativo e non liberatorio. Ciò significa che i responsabili del debito ipotecario sono sia il contraente originario, sia il subentrante. Chi deve prestare maggiore attenzione nella redazione di un compromesso è il venditore. L'accollo consiste, come abbiamo scritto, nell'assunzione di un obbligo da parte dell'acquirente, ma ciò non comporta sempre la liberazione del debitore originario. Chi ...

Vorrei accollarmi il mutuo ed intestarmi la casa - Ma la banca non gradisce
In breve, mia sorella ha una casa intestata con mutuo a lei intestato, dove io vivo da sempre: io vorrei accollarmi il mutuo ed intestarmi la casa, in perfetto accordo con mia sorella, ma la banca BCC ha detto che non effettua questo tipo di operazione. Posso comunque procedere? ...

Ipoteca e accollo non liberatorio del mutuo - Posso anche vendere l'appartamento senza estinguere il mutuo?
Ho acquistato casa con accollo del mutuo 6 anni fa della durata di 30 anni: ora mi accorgo dalle visura catastali che ho la piena proprietà e nei dati delle banche non appare nessun mutuo a mio carico e nessuna ipoteca immobiliare. Ma come è possibile? Se fossi una persona non seria potrei vendermi l'appartamento tranquillamente senza estinguere il mutuo? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Vorrei accollarmi un mutuo, ma la banca non concede l’accollo liberatorio