Distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » Scatta il risarcimento danni

Il distacco, da parte del fornitore, dell'erogazione di energia elettrica senza preavviso, e senza la prova documentale di un contratto, determina una responsabilità extracontrattuale del gestore. In questo caso, il consumatore ha diritto al risarcimento danni non patrimoniale.

Ciò è quanto si evince dalla sentenza 334/2014, emessa dal giudice di Pace di Barletta.

Con la pronuncia in esame, il giudice onorario ha messo un punto fermo alle sempre più aggressive tecniche commerciali attuate dalle compagnie elettriche, ma anche telefoniche, assicurative, del gas, e alla stipula de cosiddetti vocal ordering.

Per vocal ordering, si intende l'acquisizione del consenso attraverso la registrazione della chiamata telefonica e dell'approvazione a voce delle condizioni contrattuali, spesso attivati con inganno a danno di consumatori ignari e non seguiti dalla regolare documentazione cartacea.

Una situazione simile a quella avvenuta nella vicenda portata all'attenzione del giudice pugliese, da un utente che si è visto improvvisamente interrompere la somministrazione di energia elettrica, scoprendo di essere moroso per un contratto cui aveva aderito solo oralmente, ma senza mai ricevere alcun modello stampato da firmare.

Ritenendo, quindi, di non aver mai cambiato gestore, il consumatore si rifiutava di pagare le bollette elettriche, vedendosi, infine, staccata la corrente elettrica e ricorrendo, pertanto, contro la compagnia elettrica per richiedere il risarcimento dei danni subiti.

In questa fattispecie, il Giudice di Pace ha riconosciuto al consumatore il danno non patrimoniale, in forma equitativa, sulla base del fatto che, in mancanza di un contratto cartaceo, la società erogatrice del servizio elettrico non può pretendere alcun pagamento, né tanto meno far valere l'inadempimento, procedendo al distacco dell'utenza senza congruo preavviso.

17 giugno 2014 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto per la fornitura di energia elettrica attivato con vocal ordering senza l'invio successivo del contratto? » Scatta il risarcimento danni per il consumatore
Scatta il risarcimento danni non patrimoniale per il consumatore a cui sia stato attivato un contratto per la fornitura di energia elettrica con la tecnica del vocal ordering, ma senza il successivo invio del contratto scritto. Cominciamo dicendo che per vocal ordering si intende l'acquisizione del consenso attraverso la registrazione ...
Risarcimento danni a causa di disservizi per il servizio internet » Le ipotesi per il consumatore
La compagnia erogatrice del servizio internet è obbligata al risarcimento danni del consumatore che, per il disservizio, abbia ricevuto un danno patrimoniale. La compagnia telefonica risarcisce l'imprenditore per lucro cessante, se questo è provato dal bilancio, causato da un disservizio sulla linea. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di ...
Il fornitore di acqua luce e gas non può procedere al distacco se nel frattempo il cliente moroso ha saldato il debito
Il contratto di utenza di energia elettrica è inquadrabile nello schema del contratto di fornitura e pertanto la clausola contrattuale che prevede la facoltà del fornitore di sospendere l'erogazione di energia elettrica nel caso di ritardato pagamento, anche di una sola bolletta, rappresenta una specificazione contrattuale e costituisce quindi una ...
Risarcimento danni » nel giudizio civile è vincolante la sentenza penale di condanna
Nel giudizio civile di risarcimento danni è vincolante la sentenza penale di condanna. La sentenza del giudice penale, che pronunci condanna definitiva dell'imputato al risarcimento dei danni in favore della parte civile, demandando la liquidazione ad un successivo e separato giudizio, ha effetto vincolante, in sede civile, in ordine all'affermata ...
Risarcimento danni veicolo dopo sinistro » Non può essere superiore al valore ante-incidente
Dopo un sinistro stradale, il risarcimento danni richiesto dal danneggiato non può essere superiore al valore che aveva il veicolo prima dell'incidente. La domanda di risarcimento danni subito da un veicolo a seguito di incidente stradale, quando abbia ad oggetto la somma necessaria per effettuare la riparazione dei danni, deve ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » scatta il risarcimento danni. Clicca qui.

Stai leggendo Distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » Scatta il risarcimento danni Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 17 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca