Disservizi voce ed internet - L'utente può chiedere il risarcimento danni all'operatore con cui ha stipulato il contratto di fornitura

Un professionista stipulava con un operatore telefonico alternativo (OLO) un contratto per la fornitura di servizi telefonici relativi alla rete fissa (chiamate voce ed ADSL per l'accesso ad internet). L'utente conveniva in giudizio l'operatore, rilevando il non corretto funzionamento dei servizi e chiedendone la condanna al risarcimento dei danni.

I giudici di merito respingevano la richiesta eccependo che, in materia di rapporti tra l'operatore dominante (Telecom Italia) e i singoli operatori alternativi, è il primo, quale titolare esclusivo del potere di intervenire per la risoluzione dei guasti verificatisi sul cosiddetto "ultimo miglio" a dover ripristinare il servizio in caso di guasto, non avendo l'operatore alternativo accesso alcuno all'ultimo tratto di collegamento tra le centraline e l'utenza domestica.

Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza 18470/15), invece, sono gli operatori telefonici tra loro (OLO e Telecom Italia) a doversi attivare per stabilire procedure idonee ad assicurare interventi rapidi ed efficienti di manutenzione e di riparazione dei guasti della rete telefonica che interessano l'ultimo miglio.

Infatti, chi fruisce dei servizi di telefonia fissa (voce e ADSL) deve chiedere l'intervento risolutivo al proprio operatore di servizi TLC e non è tenuto a chiamare in causa l'operatore proprietario dell'ultimo miglio (Telecom Italia, adesso TIM): l'utente deve restare estraneo al rapporto tra operatori e non ha alcun titolo per rivolgersi all'operatore dominante.

22 settembre 2015 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Morosità bollette telefoniche - come funziona
L'Antitrust aveva avviato una istruttoria per verificare se il comportamento di Telecom di subordinare l'attivazione della linea telefonica al pagamento delle morosità accumulate da terzi su quell'utenza, potesse costituire un abuso di posizione dominante o precludesse l'accesso ai servizi di telefonia ai clienti, penalizzando gli altri operatori. L'istruttoria è stata ...
Risarcimento danni a causa di disservizi per il servizio internet » Le ipotesi per il consumatore
La compagnia erogatrice del servizio internet è obbligata al risarcimento danni del consumatore che, per il disservizio, abbia ricevuto un danno patrimoniale. La compagnia telefonica risarcisce l'imprenditore per lucro cessante, se questo è provato dal bilancio, causato da un disservizio sulla linea. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di ...
Resta a carico dell'utente l'IVA applicata alle spese di spedizione della bolletta telefonica anche se la società che eroga i servizi di tlc gode di esenzione
In tema di rapporto fra utente e società fornitrice dei servizi di telefonia ed accesso ad internet, il costo sopportato da quest'ultima per la spedizione all'utente della fattura a mezzo del servizio postale essendo finalizzato all'esecuzione della prestazione, fa parte della base imponibile. Infatti, ai fini del rapporto con l'utente ...
Contratto per la fornitura di energia elettrica attivato con vocal ordering senza l'invio successivo del contratto? » Scatta il risarcimento danni per il consumatore
Scatta il risarcimento danni non patrimoniale per il consumatore a cui sia stato attivato un contratto per la fornitura di energia elettrica con la tecnica del vocal ordering, ma senza il successivo invio del contratto scritto. Cominciamo dicendo che per vocal ordering si intende l'acquisizione del consenso attraverso la registrazione ...
Illegittima la modifica unilaterale al contratto di fornitura dei servizi telefonici
Linea dura contro le compagnie telefoniche che modificano senza il consenso dell'utente il contratto. Infatti, ha diritto al rimborso per l'autoricarica scaduta chi ha perso il suo credito a seguito della scadenza introdotta dal gestore di telefonia. Non sono ammesse, neppure dopo le "lenzuolate" Bersani, condizioni che peggiorano la posizione ...

Spunti di discussione dal forum

Morosità erroneamente attribuita ad ex utente Teletu
Mio padre nel 2009 ha chiesto la cessazione dal servizio di telefonia Teletu, richiesto con raccomandata A/R. Successivamente abbiamo aperto una nuova linea Telefonica con Telecom italia. Sono continuate ad arrivare altre fatture di 50 euro della vecchia linea tele tu quando già mio padre era entrato con la nuova…
Contenzioso con fastweb per addebito dovuto a recesso anticipato
Nei primi giorni di dicembre 2013 ho sottoscritto, via telefono, un contratto adsl + fisso con fastweb, migrando da telecom: in data 24/12/13 parte la fornitura del servizio. L'operatore, all'atto della sottoscrizione, mi aveva detto che la promozione sarebbe durata un anno e che prima della scadenza avrei dovuto chiamare…
Addebito dei costi di attivazione anche con recesso effettuato entro 14 giorni
A Ottobre 2015 ho sottoscritto un contratto con un operatore per la fornitura del servizio adsl: ho poi esercitato il mio diritto di recesso entro le due settimane dall'attivazione del sevizio in quanto non ritenevo adeguate le prestazioni fornite. Il contratto e' stato correttamente rescisso e non mi e' stato…
Chiusura contratto luce e gas
Tre mesi fa circa chiamai per chiudere definitivamente il mio contratto di luce e gas ad avvenuta conferma da parte dell'operatore attesi per quanto riguarda il gas la chiamata dell'operatore con il quale avremmo dovuto accordarci sulla data in cui sarebbe venuto a staccare definitivamente anche il gas; poiché per…
Recupero crediti per conto di Telecom
Nel mese di luglio ho chiesto per motivi di cambio di residenza il trasloco della mia linea telecom fibra e il centro assistenza mi ha detto che non era possibile fare il cambio di residenza per la linea fibra e che quindi dovevo chiudere il vecchio contratto e aprirne uno…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su disservizi voce ed internet - l'utente può chiedere il risarcimento danni all'operatore con cui ha stipulato il contratto di fornitura. Clicca qui.

Stai leggendo Disservizi voce ed internet - L'utente può chiedere il risarcimento danni all'operatore con cui ha stipulato il contratto di fornitura Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 22 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Vuoi fare una domanda?