Decreto ingiuntivo – Possibilità di rateizzare il debito

Notificato decreto ingiuntivo - Possono pignorare a mio marito il quinto dello stipendio?

Ho perso il sonno da quando abbiamo ricevuto qualche giorno fa il decreto ingiuntivo: mio marito Cliente e suo padre che ha prestato fideiussione. Intimano a entrambe di pagare immediatamente 15.810,00 euro alla finanziaria.

La mia domanda è possono pignorare a mio marito un quinto dello stipendio e anche un quinto della pensione a mio suocero? Si procede per gradi o no?

In poche parole possono anche pignorare la casa di mio suocero (in comunione dei beni con la moglie)? Noi vogliamo pagare ma se possibile rateizzando e non intaccando il patrimonio del fidejussore.

Grazie e si accettano consigli e soluzioni.

Decreto ingiuntivo - Per rateizzare il debito bisognava muoversi dopo le comunicazioni di messa in mora

Un decreto ingiuntivo difficilmente si presente all'improvviso, come un fulmine a ciel sereno. Vi saranno state certamente comunicazioni di messa in mora del creditore e tentativi di giungere ad un accordo stragiudiziale.

In questa fase andava sondata la possibilità di un rimborso rateale.

Adesso c'è poco da fare. Sicuramente l'azione esecutiva più efficace e realistica è quella del pignoramento del quinto dello stipendio del debitore principale.

Una volta escusso il debitore principale, appare difficile giustificare il pignoramento della pensione del garante. Per quanto riguarda la casa del garante poi, se queste sono le cifre, l'azione esecutiva di pignoramento ed espropriazione è improponibile e lei può riprendere i suoi sonni.

8 Ottobre 2012 · Ornella De Bellis





Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con Whatsapp

condividi su Whatapp

    

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!