Cancellazione dalla CRIF per debito non saldato

Come e in quanto tempo si viene cancellati dal crif anche se il debito non è stato saldato? Sempre che sia possibile essere cancellati in questo modo.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cancellazione dalla crif per debito non saldato. Clicca qui.

Stai leggendo Cancellazione dalla CRIF per debito non saldato Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 10 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 16 novembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Utente anonimo 13 ottobre 2017 at 11:50

    Buongiorno. Risulto segnalata al crif dalla banca San Paolo. Per un finanziamento acceso nel 2002 con 38 rate pagate e 10 insolute. Quindi mi segnalano per un importo di 1100 euro. Io non riconosco questo finanziamento. Sono andata alla San Paolo e ho parlato con il direttore che non ha trovato nessun riscontro nei miei confronti e mi ha detto che sono passati troppi anni e che non hanno nessuna documentazione cartacea e che sembra che questo finanziamento sia stato fatto tramite una succursale della filiale che non esiste più. Quindi la mia domanda è come posso sapere e vedere la documentazione di questo finanziamento? Soprattutto se volessi saldare la mia posizione nessuno sa dirmi a chi devo pagare!

    • Simone di Saintjust 13 ottobre 2017 at 11:59

      Lei ha diritto, comunque, a chiedere alla CRIF, e ad ottenere immediatamente, la cancellazione del suo nominativo dall’archivio gestito da EURISC se sono passati tre anni dalla data in cui doveva essere pagata l’ultima rata del presunto prestito. Mi sembra che i tempi ci siano tutti. Se, invece (cosa di cui dubito) il creditore continua a rinnovare la segnalazione di inadempimento, allora le sue generalità devono evincersi dalla visura in CRIF, e a tale sedicente creditore lei ha tutto il diritto di chiedere la documentazione che attesta l’obbligo. Per richieste di visura può rivolgersi allo sportello virtuale indicato da questo link.

      Per le richieste di cancellazione può cliccare, invece, questo link.

      In ogni caso, la documentazione relativa ad una pretesa, per un prestito rimasto inadempiuto di cui si chiede il rimborso, o per il quale permane la segnalazione in CRIF, deve essere esibita dal creditore al presunto debitore, anche se sono passati dieci secoli dalla data di perfezionamento del contratto.

  • Pino 26 febbraio 2016 at 13:33

    Volevo porvi una domanda per quanto concerne la pensione di reversibilità: ho due fratelli invalidi con indennita’ di accompagnamento, alla morte di mio padre (spero il piu lontano possibile) avranno diritto alla reversibilita’ e se si in quale percentuale? Mio padre e’ vedovo.

    • Ornella De Bellis 26 febbraio 2016 at 13:48

      La pensione di reversibilità percepita dal defunto spetta ai figli, se alla data del decesso del genitore non hanno ancora raggiunto la maggiore eta’, se si tratta di studenti o universitari con eta’ compresa tra i 18 e i 26 anni e infine se sono inabili.

      La pensione di reversibilità spetta nella misura dell’80% quando sono almeno due i figli aventi diritto.

      Tuttavia, per aver diritto alla pensione di reversibilità i figli devono essere a carico fiscale alla data del decesso del genitore.

  • christian73 14 aprile 2015 at 12:02

    Non mi accettano nessun tipo di finanziaria ma dopo quanto tempo si viene cancellati dal crif con debito non saldato?

    • Ornella De Bellis 14 aprile 2015 at 12:31

      Dopo tre anni dalla scadenza del piano di ammortamento. Sempre che il creditore non rinnovi la segnalazione.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca