Assegno rubato » La banca è responsabile se non lo comunica al cliente

È responsabile la banca se ha informato con ritardo il cliente riguardo ad un assegno rubato.

E'quanto emerge dalla sentenza 14838/13 della prima sezione civile della Corte suprema. Quelli che seguono, i fatti.

Tizo versa un assegno sul proprio conto corrente in banca. La banca N (negoziatrice) glielo accredita. L'assegno era stato emesso da Caio su un modulo della banca trattaria T,

Dopo qualche giorno la banca trattaria T comunica alla banca negoziatrice N che l'assegno (insieme ad altri) era stato oggetto di rapina, regolarmente denunciata, e quindi non poteva trasferirne il controvalore perché non in possesso del modulo firmato dal traente Caio. La banca negoziatrice, allora, chiede a Tizio la restituzione di quanto gli aveva già accreditato.

Il problema è che la banca negoziatrice informa Tizio e chiede indietro i soldi solo un anno dopo essere stata informata dalla banca trattaria che l'assegno era stato rubato.

Tizio non intende restituire un solo centesimo. La banca negoziatrice si rivolge allora ai giudici e la vicenda approda in Cassazione.

Gli ermellini danno ragione a Tizio e ai suoi eredi, nel frattempo intervenuti in giudizio.

Scrivono a piazza Cavour che la banca negoziatrice N è responsabile, perché, pur sapendo dell'assegno sottratto, informa successivamente il cliente (Tizio), non dandogli la possibilità di avvalersi dei mezzi di tutela che l'ordinamento prevedeva in suo favore per recuperare il controvalore dell'assegno: azione cambiaria, ammortamento e, soprattutto, insinuazione nella procedura di fallimento che (proprio durante l'anno trascorso dal versamento dell'assegno alla richiesta di restituzione dell'accredito) aveva interessato Caio, debitore di Tizio.

18 luglio 2013 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il defunto aveva emesso un assegno di cui il beneficiario non riesce a motivare la causa - L'erede chiede ed ottiene la restituzione dell'importo facciale
Caio adiva il Tribunale territorialmente competente nella qualità di erede del de cuius, asserendo che quest’ultimo aveva pagato a Tizio, senza titolo, un'ingente somma di denaro a mezzo di assegno bancario. Chiedeva, pertanto, la condanna di Tizio alla restituzione di tale pagamento indebito. Tizio si costituiva in giudizio ribattendo che ...
Assegno protestato per difetto di autorizzazione - Se il carnet è stato rilasciato dopo la revoca di sistema la banca è solidalmente responsabile nei confronti del beneficiario
Se un assegno viene protestato per difetto di autorizzazione, allora vuol dire che chi lo ha emesso (il traente) è correntemente oggetto di un provvedimento di revoca di sistema che gli vieterebbe, appunto, la sottoscrizione di titoli di pagamento. Qualora il carnet, da cui è stato tratto l'assegno protestato, fosse ...
Pagamento di assegno rubato o smarrito con firma falsa - può esserci concorso di responsabilità fra banca e cliente
Ci occupiamo, in questo articolo, di incasso di assegni bancari con firma apocrifa, avvenuto in data antecedente alla denuncia sporta alle autorità competenti dal cliente a cui era stato consegnato il carmet. Verranno esaminati i comportamenti della banca e del cliente sotto il profilo della diligenza e della correttezza, al ...
Garanzie – fideiussione con escussione a prima richiesta (esempio)
Tizio stipula un contratto di subappalto con Caio Tizio chiede una fideiussione con escussione a prima richiesta a Caio per garantirsi da eventuali inadempienze di Caio nell'esecuzione del contratto di subappalto. Vengono stabilite delle penali pecuniarie che Caio dovrà corrispondere a Tizio quando vengano violate le clausole contrattuali concordate. O ...
Assegno con firma falsa? » L'istituto di credito deve risarcire cliente
La banca deve risarcire il proprio cliente nel caso in cui abbia pagato a vista un assegno, ad un truffatore, con la firma del correntista perfettamente contraffatta. Ai fini della valutazione della responsabilità della banca nel mancato riconoscimento di un assegno falso, infatti, è compito del giudice chiamato in causa ...

Spunti di discussione dal forum

Assegno circolare clonato – Come posso recuperarne l’importo?
Più di un anno fa sono stato truffato con un assegno circolare, cioè dovevo acquistare una macchina su internet e mi è stato chiesto la copia dell'assegno circolare via email per controllare la bene missione. Mi sono recato in banca per chiedere se correvo rischi se inviavo copia in bianco…
Assegno circolare falso – responsabilità della banca
Ho effettuato una vendita ricevendo un assegno circolare falso. prima di consegnare il bene oggetto della transazione, mi sono recato in banca per fare verificare la validità dell'assegno ricevuto. La mia banca ha effettuato la verifica dicendomi che l'assegno era stato emesso regolarmente. Tutto questo per le vie brevi, senza…
Responsabilità patrimoniale del socio accomandatario subentrante in una sas
Vorrei sapere se un nuovo ed unico socio accomandatario di una sas, acquisisce tutti i crediti e debiti dei soci preesistenti. Faccio un esempio per spiegarmi meglio. Tizio socio accomandatario della sas chiamata paperino Caio socio accomandatario della sas chiamata paperino Sempronio socio accomandante della sas chiamata paperino Tizio e…
Parte di assegno sociale bloccato dalla banca
Ho 70 anni, sono titolare di assegno sociale (in quanto non ho altri redditi), e ho un debito con la mia banca per una carta di credito di circa 3000 euro. La banca mi ha bloccato l'assegno e per riscuoterlo ho dovuto firmargli un giroconto mensile di 150 euro. E'…
Assegno emesso e poi richiamato con riaccredito dell’importo facciale – Ma l’assegno non compare fra quelli ancora disponibili
Ho un problema con un assegno: qualche mese fa, 4/5 per l'esattezza viene versato a mia insaputa un'assegno da me regolarmente emesso, chiedo la cortesia al mio fornitore di poterlo ritirare cosa che lui fa (credo molto di mala voglia) dopo circa 12 giorni dalla presentazione, e sul mio conto…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno rubato » la banca è responsabile se non lo comunica al cliente. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno rubato » La banca è responsabile se non lo comunica al cliente Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 18 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria assegno - clausole e situazioni particolari Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info