Quando un assegno con data in bianco viene riempito dal beneficiario

Quando un assegno con data in bianco viene riempito dal beneficiario

Nel caso di sottoscrizione di modulo di assegno con data in bianco, il traente (colui che sottoscrive l’assegno) il quale contesti il contenuto riportato nel campo data, può proporre querela di falso, se assume che il riempimento sia stato effettuato dal beneficiario in maniera non autorizzata, poiché in tal caso si integra una vera e propria falsità materiale, che esclude la provenienza del documento dal traente (Cassazione 18059/2007).

Invece, il traente che, riconoscendo di aver sottoscritto l’assegno, lamenta il suo riempimento in modo difforme da quello pattuito, ha l’onere di provare l’abusivo riempimento (Cassazione 5245/2006).

In ogni caso, il traente, per non essere tenuto a versare l’importo facciale dell’assegno, ha l’onere di provare di aver già corrisposto la somma indicata nel modulo: altrimenti, poichè la validità di una scrittura privata prescinde dalla presenza o meno di una data apposta sul relativo documento e a questa regola generale non si sottrae l’assegno bancario, qualora quest’ultimo non possa essere incassato, in quanto privo di data, può comunque costituire base documentale di un ricorso per decreto ingiuntivo come semplice scrittura privata (promessa di pagamento).

Così hanno deciso i giudici della Corte di Cassazione nella sentenza 24144/2018.

6 Ottobre 2018 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Girata in bianco e girata piena di assegno trasferibile - Implicazioni per il beneficiario
Com'è noto, la girata di un assegno trasferibile (quindi con importo facciale minore di mille euro) può essere piena o in bianco. Si dice piena se insieme alla firma di colui che gira l'assegno (girante) viene apposta anche l'indicazione del giratario, ovvero del nuovo beneficiario. E' in bianco, qualora il girante non indichi il giratario, ovvero il nuovo soggetto beneficiario legittimato ad incassare l'assegno. Quest'ultimo, in caso di girata piena, deve essere univocamente identificabile con nome, cognome e data di nascita. Esempio di girata in bianco è quella che il beneficiario dell'assegno (indicato direttamente dal traente che emette l'assegno o ...

Assegno in bianco o postdatato - Nullo il patto a garanzia del debito ma sussiste comunque la promessa di pagamento
L'emissione di un assegno in bianco o postdatato, cui di regola si fa ricorso per realizzare il fine di garanzia, nel senso che esso è consegnato a garanzia di un debito e deve essere restituito al debitore qualora questi adempia regolarmente alla scadenza della propria obbligazione, rimanendo nel frattempo nelle mani del creditore come titolo esecutivo da far valere in caso di inadempimento, è contrario alle norme imperative contenute negli articoli 1 e 2 del Regio Decreto 1736/1933. Pertanto, in relazione a un tale assegno, può essere revocato il decreto ingiuntivo basato su una transazione garantita dall'assegno postdatato. Tuttavia, l'assegno ...

Prescrizione del diritto al rimborso di assegno circolare non riscosso dal beneficiario
Nel caso in cui un assegno circolare non sia stato effettivamente riscosso dal beneficiario, il diritto al rimborso della provvista da parte del richiedente l'emissione del titolo si prescrive nell'ordinario termine decennale, che decorre dal momento in cui esso può essere fatto valere, cioè dalla scadenza del termine di tre anni (entro cui si prescrive l'azione del beneficiario dell'assegno contro l'istituto bancario emittente) previsto dall'articolo 84 del Regio Decreto 1736/1934. Tale assunto è confermato dall'articolo 1, comma 345 ter, della legge 266/2005, che prevede il versamento degli assegni circolari non riscossi (rapporti cosiddetti dormienti) al Fondo per indennizzare i risparmiatori ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando un assegno con data in bianco viene riempito dal beneficiario. Clicca qui.

Stai leggendo Quando un assegno con data in bianco viene riempito dal beneficiario Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 6 Ottobre 2018 Ultima modifica effettuata il giorno 29 Settembre 2020 Classificato nella categoria Article schema org Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)