Aprire una nuova ditta in quanto la vecchia è oberata dai debiti

da Nicofor
Ho una ditta edile artigiana, ormai senza dipendenti, con debiti nei confronti di Inps, Inail, Iva, ecc. maturati a causa di mancati pagamenti da parte di alcuni clienti, ed inoltre sono indietro con la denuncia dei redditi.

Ora avrei parecchi lavori da iniziare, ma, non sono in grado, ovviamente di presentare il DURC (documento unico regolarità contributiva)

Potrei chiudere l'attuale ditta ed aprire una SAS, per poi provvedere piano piano al pagamento dei miei debiti, o quale altra soluzione potrei intraprendere.

Ringrazio anticipatamente tutti quanti mi potranno aiutare

da Andrea Iuri Donati

La presenza di debiti a carico dei soci non è ostativa all'apertura di una nuova società.

Nel caso in questione, tuttavia, Le sconsiglierei di aprire una società di persone, ma piuttosto ne aprirei una società di capitali (srl), a patto che il giro di lavoro giustifichi i maggiori oneri che ne conseguiranno.

Difatti in una società di persone i vecchi debiti a carico del socio potrebbero ripercuotersi nella gestione della nuova attività, cosa che non succederà invece con una società di capitali, avente personalità giuridica autonoma.

In entrambi i casi (ma specie nel primo) si dimentichi l'accesso al credito bancario e d'impresa, in quanto - specialmente per le imprese neonate - viene fatta un'analisi anche del merito creditizio dei soci/amministratori.

da Colletto Bianco

Sono d'accordissimo con il collega.

io stesso consiglio le SRL per questo tipo di situazioni.

Se vuole stare più tranquillo... le quote della SRL (cioè la proprietà della società) non deve intestarsele (perchè esiste anche il pignoramento delle quote) magari mette qualche familiare,amico,ecc con le opportune garanzie, ma può tranquillamente detenere la carica amministrativa con compenso con cedolino a contratto a progetto o affini.

Può intestare anche l'auto e il contratto di affitto della casa alla srl.

Per quanto riguarda i suoi c/c bancari personali deve provvedere a chiuderli o comunque a lasciarli "all'asciutto" per evitare pignoramenti di somme depositate; Potrebbe sempre intestarlo a un altra persona avendo la delega generale di firma per tutte le operazioni di cassa e quant'altro, in questo caso il c/c non può essere pignorato poichè non è suo ma lei ha solo il potere di operare su di esso.

10 maggio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Responsabilità patrimoniale dei soci nelle società di capitali
L'estinzione della società di capitali per effetto della volontaria cancellazione dal registro delle imprese dà luogo ad un fenomeno di tipo successorio nei confronti dei soci, in virtù del quale l'obbligazione della società non si estingue, ma si trasferisce ai soci, che rispondono nei limiti di quanto riscosso in sede ...
Società di capitali cancellata da registro imprese - I soci rispondono delle obbligazioni sociali nel limite delle somme percepite in sede di liquidazione del bilancio finale
Deve escludersi che la cancellazione della società per azioni dal registro della imprese, pur provocando l'estinzione dell'ente debitore comporti al tempo stesso la sparizione dei debiti insoddisfatti che la società aveva nei riguardi dei terzi. Come risulta dal chiaro tenore testuale delle norme vigenti, la responsabilità dei soci di una ...
Srl » Socio risponde dei debiti post cancellazione nei limiti di quanto riscosso con la liquidazione
Il socio della Srl risponde dei debiti dell'azienda cancellata nei limiti di quanto riscosso con la liquidazione Il socio della srl risponde dei debiti dell'impresa cancellata dal registro nei limiti di quanto riscosso con la liquidazione mentre è responsabile per l'intero nel caso in cui l'ente sia privo di personalità ...
Da SAS a SRL dopo un anno? » Socio illimitatamente responsabile non fallisce
Dopo la trasformazione da società Sas ad Srl, soltanto la nuova società risponde delle nuove obbligazioni sociali. Cio perchè, decorso un anno dall'iscrizione della trasformazione nel registro delle imprese, non può più essere dichiarato il fallimento del socio già illimitatamente responsabile. Infatti, in tema di trasformazione della società in accomandita ...
Fondo patrimoniale debiti societari e fideiussioni prestate dai soci
Le società di capitali  sono dotate di personalità giuridica, rappresentano cioè dei “soggetti di diritto”, capaci di assumere in proprio diritti e obbligazioni. In questa situazione i debiti contratti per l'esercizio dell'attività sociale sono debiti della società e non dei soci e pertanto il patrimonio personale di questi ultimi è ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su aprire una nuova ditta in quanto la vecchia è oberata dai debiti. Clicca qui.

Stai leggendo Aprire una nuova ditta in quanto la vecchia è oberata dai debiti Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 10 maggio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 15 dicembre 2017 Classificato nella categoria impresa responsabilità patrimoniale socio ed amministratore Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • Anonimo 21 novembre 2017 at 05:51

    Cosa rischio aprendo una snc con socio nuovo avendo debiti con snc precedente

    • Simone di Saintjust 21 novembre 2017 at 06:55

      Rischia il pignoramento dei beni della società (conto corrente, soprattutto, e crediti verso terzi) con assegnazione successiva del ricavato in ragione della quota da lei posseduta.

  • amedeo 14 ottobre 2015 at 08:38

    Ho mio padre che a causa di mancati pagamenti di alcune ditte in questi anni ha accumulato debiti su debiti con lo stato. Da qualche mese ha aperto una nuova ditta una srls con la quale sta iniziando fortunatamente a lavorare. Quello che vengo a chiedere è questo: dato che in questi giorni è arrivata Equitalia la quale vuole pignorare la vecchia ditta è possibile che dato che in quella nuova (srls) ha intestato un camper ci sia il rischio che pignorino anche quello e anche i conti correnti ? Dato che è l’unico che risponde per la nuova ditta (la vecchia ditta è una sas che è ancora aperta ma non in uso).

    • Ornella De Bellis 14 ottobre 2015 at 09:03

      Nella società in accomandita semplice i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), mentre i soci accomandatari rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società.

      In ogni caso suo padre ha in carico una quota parte dei debiti della sas o l’intero ammontare degli stessi, a seconda che egli fosse rispettivamente socio accomandante o accomandatario.

      Di quei debiti è chiamato a rispondere sia con il capitale conferito nelle srls, sia con i beni appartenenti alla società sia sui conti correnti intestati ad egli stesso o alla srls.

      Equitalia non pignora veicoli, ma molto probabilmente disporrà fermo amministrativo sul camper.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca