Famiglia - obblighi e tutele verso i figli maggiorenni

Una volta raggiunta l'indipendenza economica, il figlio maggiorenne, che perde il posto di lavoro, non ha più diritto all'assegno di mantenimento

Marzia Ciunfrini - 22 aprile 2017

Una volta raggiunta la capacità lavorativa, e quindi l'indipendenza economica, la successiva perdita dell'occupazione non comporta la reviviscenza dell'obbligo del genitore al mantenimento dei figli maggiorenni. Si tratta del principio di diritto enunciato, nella sentenza 6509/2017, dai giudici della Suprema Corte di cassazione, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità di una decisione precedentemente assunta e riguardante il caso di un soggetto che aveva abbandonato il posto di lavoro a tempo indeterminato per sceglierne un altro con contratto a tempo determinato; contratto che non era stato successivamente rinnovato, determinando, così, la richiesta di percepire nuovamente l'assegno di mantenimento posto a carico del [ ... leggi tutto » ]

Assegno di mantenimento figlio maggiorenne - nessuna restituzione in caso di una eventuale riduzione retroattiva dell'importo concessa dal giudice

Piero Ciottoli - 14 luglio 2016

Il carattere sostanzialmente alimentare dell'assegno di mantenimento a favore del figlio maggiorenne, in regime di separazione, comporta che la normale retroattività della statuizione giudiziale di riduzione al momento della domanda vada contemperata con i principi d'irripetibilità, impignorabilità e non compensabilità di dette prestazioni. Ne consegue che la parte che abbia già ricevuto, per ogni singolo periodo, le prestazioni previste dalla sentenza di separazione non può essere costretta a restituirle, nè può vedersi opporre in compensazione, per qualsivoglia ragione di credito, quanto ricevuto a tale titolo, mentre ove il soggetto obbligato non abbia ancora corrisposto le somme dovute, per tutti i [ ... leggi tutto » ]

Revoca assegnazione casa familiare e assegno di mantenimento per figli maggiorenni e privi di reddito

Carla Benvenuto - 31 agosto 2015

La normativa vigente prevede la revoca dell'assegnazione, quando il coniuge cessi di abitare stabilmente nella casa familiare, conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. La Corte Costituzionale ha interpretato la norma, nel senso che comunque debba essere salvaguardato l'interesse dei figli minori o maggiorenni, ma non economicamente autosufficienti. Nel caso di trasferimento del coniuge assegnatario viene necessariamente meno dell'assegnazione della casa familiare. I figli, anche se maggiorenni, ma privi di reddito, sono legittimati a richiedere ai genitori il mantenimento, che dovrebbe permettere loro di procurarsi un nuovo alloggio, posto che, tra l'altro, il genitore obbligato, tornando nella disponibilità dell'immobile, vedrà [ ... leggi tutto » ]

Separazione » figlio deve abitare stabilmente l'ex casa coniugale per non far decadere l'assegnazione

Andrea Ricciardi - 8 luglio 2014

In tema di separazione personale ed assegnazione della casa coniugale, è necessaria la convivenza del figlio maggiorenne con il genitore collocatario. Qualora il ragazzo abbandoni l'abitazione, è legittima la revoca. L'assegnazione della casa coniugale è una delle questioni più conflittuali tra coniugi freschi di separazione. La questione si complica quando l'abitazione è di proprietà di chi non può più abitarla. In questo caso, infatti, il provvedimento del giudice che assegna il godimento del bene all'altro coniuge finisce con l'ostacolare non poco la possibilità che l'immobile divenga per quest’ultimo una risorsa economica. Di solito, la decisione del giudice sull'assegnazione della casa [ ... leggi tutto » ]

Redditometro » via libera: accolte le disposizioni del garante privacy

Patrizio Oliva - 13 marzo 2014

Ok al redditometro: accolte dall'agenzia delle entrate le disposizioni del garante in materia di privacy. Facciamo chiarezza nel prosieguo dell'articolo. E' arrivata la circolare dell'agenzia delle Entrate con gli ultimi dettagli: non si utilizzeranno le medie Istat per alcune spese. Accolto quindi, dal Fisco, il parere espresso dal Garante della privacy sul nuovo redditometro. Via libera al redditometro con tutela della privacy L'Agenzia delle Entrate sblocca il nuovo redditometro. Sono state accolte, in una circolare, le osservazioni avanzate dall'Autorità per la protezione della privacy. Pertanto, non si utilizzeranno le medie Istat per il calcolo di alcune spese, per il nucleo [ ... leggi tutto » ]

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info



Cerca