Indennità di disoccupazione

Pignoramento indennità di disoccupazione

Loredana Pavolini - 11 luglio 2016

L'indennità di disoccupazione ha natura previdenziale: l'articolo 38 comma 2 della Costituzione dispone, infatti, che i lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria. Ora, l'articolo 545 del codice di procedura civile prevede, per le prestazioni di natura previdenziale, che le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell'assegno sociale, aumentato della metà. La parte eccedente tale ...

Nuovo assegno di disoccupazione asdi » come quando e perché richiederlo: la guida

Gennaro Andele - 30 marzo 2016

Il nuovo assegno di disoccupazione ASDI: vi forniamo una piccola guida in cui vi spieghiamo quando, come e perchè poterlo richiedere. Con la circolare INPS numero 47 del 3 marzo 2016​, vengono fornite le istruzioni per richiedere l'assegno di disoccupazione (ASDI). L'ASDI viene erogato per un massimo di 6 mesi ed ha la funzione di fornire una t​utela di sostegno al reddito per i lavoratori già beneficiari della NASPI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego) per l'intera sua durata, a condizione che siano ancora privi di occupazione e si trovino in condizione economica di bisogno, appartengano a un nucleo ...

Indennità di disoccupazione - si può richiedere la liquidazione anticipata per intraprendere un'attività autonoma

Piero Ciottoli - 21 marzo 2015

Il lavoratore avente diritto alla corresponsione dell'indennità di disoccupazione ASpI o mini ASpI può richiedere la liquidazione anticipata in un'unica soluzione degli importi non ancora percepiti; ciò al fine di intraprendere un'attività di lavoro autonomo, ovvero per avviare un'attività in forma di auto impresa o di micro impresa, o per associarsi in cooperativa. L'erogazione in una unica soluzione ed in via anticipata dell'indennità ASpI o mini ASpI assume la natura specifica di contributo finanziario per lo sviluppo dell'autoimprenditorialità destinato a sopperire alle spese iniziali di un'attività che il lavoratore in disoccupazione svolge. Il contributo risulta inoltre preordinato allo scopo di ...

Le nuove indennità di disoccupazione introdotte con il jobs act » naspi diss-coll ed asdi

Gennaro Andele - 20 marzo 2015

A partire dalla data del 1 maggio 2015, entreranno in vigore le nuove indennità di disoccupazione introdotte con la riforma del Jobs Act: vi raccontiamo la Naspi, l'ASDI e la DIS-COLL. Con il Jobs Act, che sta ufficialmente per entrare in vigore, cambieranno radicalmente, oltre alle nuove disciplina sui contratti, le discipline delle indennità di disoccupazione. Infatti, le nuove indennità, come la Naspi e la Dis-Coll, hanno rivoluzionato l'impianto delle concessioni statali ai lavoratori che vedono interrompersi il rapporto di lavoro. La novità più eclatante della riforma, comunque, è quella di aver introdotto, per la prima volta, un assegno di ...

Divieto di cumulo fra indennità di disoccupazione e assegno ordinario di invalidità - ma l'invalido può optare per l'indennità di disoccupazione

Giorgio Martini - 17 marzo 2015

Il divieto di cumulo dell'indennità di disoccupazione con i trattamenti pensionistici a carico dell'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, vecchiaia e i superstiti, si estende all'assegno ordinario di invalidità, la cui natura di trattamento pensionistico trova conferma nella modalità di erogazione che avviene secondo il sistema dell'assicurazione generale obbligatoria, nella modalità di calcolo, che ha luogo secondo le norme del predetto sistema, nonché nella circostanza che l'assegno ordinario di invalidità si converte ex lege in pensione di vecchiaia al compimento dell'età prevista per il pensionamento. La legge vigente prevede che, all'atto dell'iscrizione nelle liste di mobilità, i lavoratori che fruiscono dell'assegno ...

Il progetto garanzia giovani dell'ue per trovare lavoro » la guida al programma contro la disoccupazione giovanile

Andrea Ricciardi - 15 dicembre 2014

La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training). In sinergia con la Raccomandazione europea del 2013, l'Italia dovrà garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un'offerta qualitativamente valida di lavoro, ...

Compensare debiti contributivi con false indennità corrisposte al lavoratore configura il reato di truffa

Giorgio Valli - 22 novembre 2014

Integra il delitto di truffa la condotta del datore di lavoro che, per mezzo dell'artificio costituito dalla fittizia esposizione di somme dichiarate come corrisposte al lavoratore, induce in errore l'INPS sul diritto al conguaglio di dette somme, invero mai corrisposte, realizzando così un ingiusto profitto e non già una semplice evasione contributiva. Ne deriva che quando il datore di lavoro non si limiti ad esporre dati e notizie false in sede di denunce obbligatorie, ma dichiari falsamente di avere corrisposto ad un lavoratore dipendente un'indennità di disoccupazione, di maternità, assegni familiari o altra indennità a carico dell'ente previdenziale, così conseguendo ...

Anche le madri disoccupate hanno diritto all'indennità di maternità

Ornella De Bellis - 23 agosto 2014

Cominciamo con il definire cosa sia il congedo di maternità: il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza e puerperio. Il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro prima del parto comprende i 2 mesi precedenti la data presunta del parto e il giorno del parto nonché gli eventuali periodi di interdizione anticipata disposti dall'azienda sanitaria locale (per gravidanza a rischio); Il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro dopo il parto comprende i 3 mesi successivi al parto e, in caso di parto avvenuto dopo la data presunta, i ...

Bonus irpef » indennità escluse dal beneficio ed indennità incluse

Giorgio Valli - 2 giugno 2014

I percettori di indennità di disoccupazione come ASpI e mini ASpI che percepiscono tali indennità in un'unica soluzione, sono esclusi dal bonus Irpef. Lo ha chiarito l'INPS nella circolare numero 67 del 29 maggio 2014. Di seguito l'elenco delle prestazioni a sostegno del reddito escluse dal diritto al bonus Irpef. Le prestazioni a sostegno del reddito soggette a tassazione separata quali: TFR Fondo di garanzia di cui all'articolo 2 della legge numero 297/1982; TFR esattoriali di cui alla legge numero 377/1958; Una Tantum co.co.pro di cui all'articolo 2 commi 51 e seguenti della legge numero 92/2012; Pagamenti anticipati delle indennità ...

Cassa integrazione del lavoratore? » c'è possibilità di altro impiego

Gennaro Andele - 28 maggio 2014

Nella fattispecie in cui un lavoratore dipendente sia finito, malauguratamente, in cassa integrazione, può svolgere comunque un altro impiego senza decadere dal beneficio? Il lavoratore collocato in cassa integrazione straordinaria può sempre percepire, insieme a tale integrazione salariale, ulteriori redditi derivanti da collaborazioni con altri datori di lavoro. Non esiste, infatti, alcuna incompatibilità tra il contributo ricevuto e altri proventi come quelli, ad esempio, derivanti da prestazioni occasionali come i contratti di collaborazione coordinata e continuativa a progetto, i famosi co.co.pro. Va comunque fatto notare chee il lavoratore in cassa integrazione, per non perdere il beneficio all'integrazione salariale deve comunicare ...

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

cerca