Per i disoccupati l'rc auto costa di più » Statistiche

Gli ultimi dati Istat registrano un tasso di disoccupazione in Italia pari all'11,7%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al 2012 e di 2,1 punti nei precedenti dodici mesi.

Addirittura agghiacciante il dato relativo alla fascia di età tra i 15 e i 24 anni, salito al 38,7%.

Sono numeri che si commentano da soli e che indicano quanto sia spaventosamente cresciuto il numero di persone senza lavoro, spesso con famiglia a carico, costrette ogni giorno a fare i salti mortali per sostenere tutte le spese necessarie alla propria sopravvivenza.

E se oltre al danno della mancanza del lavoro interviene anche la beffa, sotto forma di regole e norme inique che complicano ulteriormente la vita delle persone in difficoltà economica, il quadro è completo.

Prendiamo per esempio le assicurazioni.

Sappiamo che una cifra spropositata di persone, calcolata in poco meno di quattro milioni, non paga il bollo.

Certo, fra questi ci saranno molti furbetti a cui piace circolare a sbafo, ma è plausibile che il numero comprenda anche una buona percentuale di automobilisti che non riescono più a coprire la spesa.

Molti hanno optato addirittura per la drastica soluzione di non utilizzare più l'auto pur di non pagare l'rc auto.

Anche perché, ed è proprio qui il paradosso, per i disoccupati la polizza auto costa molto di più!

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su per i disoccupati l'rc auto costa di più » statistiche.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.