Illegittime le notifiche effettuate ai liquidatori dopo l'estinzione della società

La Corte di Cassazione con la sentenza numero 14880 del 5 settembre 2012 è tornata sul tema della validità di una notifica effettuata ai liquidatori di una società successivamente alla cancellazione della società stessa dal registro delle imprese.

Nel caso di specie era stata impugnata una cartella di pagamento e l'esito di entrambi i procedimenti avanti le Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali aveva arriso alla parte ricorrente.

L'Agenzia, quindi, proponeva ricorso per cassazione denunciando la violazione e falsa applicazione dell'articolo 145 codice di procedura civile e sostenendo la corretta notifica alla liquidatrice menzionata.

I giudici di legittimità hanno, tuttavia, respinto il ricorso erariale, ribadendo il principio già più volte espresso per cui una volta effettuata la cancellazione di una società dal registro delle imprese, le notifiche degli atti ad essa relativi non possono più essere effettuati agli organi che la rappresentavano nel periodo precedente alla cancellazione stessa.

Infatti, a seguito dell'espletamento delle formalità connesse alla liquidazione e cancellazione di una società di capitali dal registro delle imprese, questa non gode più della personalità giuridica né della legittimazione processuale, non potendo più nemmeno essere considerata entità esistente. Conseguentemente, non trovando fondamento normativo l'ipotesi di un'automatica trasmissione dei diritti della società in capo ai liquidatori ovvero ai soci amministratori, le notifiche effettuate nei confronti di questi ultimi sono in tutto e per tutto erronee.

Al contrario, ogni notifica doveva e deve essere effettuata unicamente nei confronti dei precedenti soci: infatti, i soci partecipi della comunione dei beni residuati o sopravvenuti alla estinzione e nei limiti di essi sono gli unici obbligati per l'estinta società.

La sentenza appena esposta appare difficilmente contestabile essendo, tra l'altro conforme all'indirizzo oramai prevalente.

La sentenza è liberamente scaricabile dal sito www.dirittodimpresa.com

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , ,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su illegittime le notifiche effettuate ai liquidatori dopo l'estinzione della società. Clicca qui.

Stai leggendo Illegittime le notifiche effettuate ai liquidatori dopo l'estinzione della società Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 16 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria impresa e fisco Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca