Pignoramento presso la residenza del debitore – precauzioni [Commento 1]

  • breezer 30 luglio 2012 at 13:23

    Mia madre ha ceduto un ristorante bellissimo con molta sfortuna: era mancato mio padre, abbiamo venduto con cambiali che i signori nuovi proprietari stanno pagando tra mille difficoltà. Ora abbiamo molti problemi. Uno di questi è una ex lavoratrice (non subentro nelle questioni umane, so solo perché c'ero che è stata trattata come una figlia e alla fine ha fatto di tutto per fregarci) che chiede soldi (che mia madre le pagava in nero per una parte). Per farla breve la mia domanda è : mia madre e mia sorella (una ragazza down con pensione di invalidità) vivono da me, sono entrambe nullatenenti. In caso di pignoramenti o nel caso in cui perdesse la causa con la ex lavoratrice a cosa andiamo incontro? come posso evitare pignoramenti di oggetti miei presso casa mia? grazie

    • Genny Manfredi 30 luglio 2012 at 13:44

      La pensione di sua madre non può essere pignorata al di sotto della soglia definita "minimo vitale", che si aggira intorno ai 470/480 euro al mese. Per evitare problemi derivanti da un eventuale pignoramento presso la residenza del debitore, deve stipulare con sua madre un contratto di comodato per l'utilizzo di ambienti, servizi, arredi e comodità.

      Il contratto, per essere opponibile all'ufficiale giudiziario, deve essere registrato. Occorre recarsi all'Agenzia delle Entrate territorialmente competente.

    • breezer 31 luglio 2012 at 12:15

      Grazie per la pronta risposta. In realtà mia madre non ha pensione, si tratta di mia sorella che ha una pensione di invalidità, può essere toccata?

    • Genny Manfredi 31 luglio 2012 at 12:44

      Sua sorella non è coinvolta nel rapporto di lavoro fra la madre e l'ex lavoratrice.

1 2

Torna all'articolo