Tipologie dei tassi di interesse

Prestiti a parenti o amici » Un'utile guida su come comportarsi per evitare spiacevoli disguidi

11 ottobre 2016 - Gennaro Andele

Dispensare prestiti ad amici e/o parenti, a volte, può essere rischioso, poiché, si rischia, infatti, di non avere indietro restituito il compenso: ecco, dunque, un'utile guida su come agire per evitare spiacevoli disguidi.  Nella fattispecie in cui si intenda [ ... leggi tutto » ]

Quando un credito può ritenersi liquido

21 settembre 2016 - Genny Manfredi

Un credito è liquido se la somma dovuta risulta dal titolo e dunque non è necessario, per determinarla, un ulteriore titolo negoziale o giudiziale: l'ammontare della somma dovuta potrà risultare direttamente dal titolo originario, che la precisi, oppure solo indirettamente dallo stesso, allorchè questo indichi il criterio o i criteri applicando i quali tale somma va determinata.  Deve [ ... leggi tutto » ]

Interessi legali » La banca non può richiederli se non ha valutato prima la solvibilità del proprio cliente

11 aprile 2014 - Giorgio Martini

Qualora un istituto di credito non valuti la solvibilità del cliente/debitore, decade anche il suo diritto a percepire gli interessi legali.  La sanzione non può essere considerata realmente dissuasiva se gli importi che possono essere riscossi dal [ ... leggi tutto » ]

Banche ed abusi su conti correnti e prestiti » Ecco come tutelarsi

28 novembre 2013 - Carla Benvenuto

Gli abusi più comuni delle banche ai danni dei correntisti o di chi chiede finanziamenti: si va dalle modifiche dei contratti all'insaputa del contraente, fino alle spese aggiuntive a sorpresa ed ai, famigerati, tassi usurari.  Così come le trappole sono evidenti ed all'ordine del giorno, però, non mancano i diritti di cui godono i risparmiatori, anche se quasi nessuno se ne avvale, perché gli [ ... leggi tutto » ]

Interessi legali e interessi di mora

30 giugno 2013 - Chiara Nicolai

Gli interessi su prestiti e mutui costituiscono un'ulteriore obbligazione che integra quella che viene definita principale: per fare un esempio abbastanza comune, quando una società o un istituto di credito erogano un finanziamento, la somma che deve essere restituita al [ ... leggi tutto » ]

TAEG

29 giugno 2013 - Chiara Nicolai

Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) si pone l'obiettivo di rappresentare nel modo più completo ed esatto possibile il costo di un finanziamento.  Si tratta di un tasso puramente virtuale.  Non viene infatti utilizzato per calcolare le rate.  Piuttosto è un indicatore, una cifra in grado di dichiarare il costo globale del prestito.  Il grande vantaggio del TAEG è il suo utilizzo ai fini [ ... leggi tutto » ]

Tasso nominale ed effettivo

29 giugno 2013 - Chiara Nicolai

In matematica finanziaria il tasso può essere espresso come “nominale” o “effettivo”.  Quest’ultimo valore tiene conto dell'eventuale anticipazione delle quote interessi nel corso dell'anno, aspetto non contemplato dal tasso nominale.  Trattando con tassi “annui” sarebbe infatti appropriato che il rimborso degli interessi maturati avvenisse in unica soluzione alla fine [ ... leggi tutto » ]

TAN - Tasso Annuo Nominale

29 giugno 2013 - Chiara Nicolai

Nei messaggi promozionali che propongono pagamenti rateali siamo abituati alla specificazione del TAN (Tasso Annuo Nominale).  Anche nei contratti di mutuo il Tasso Annuo Nominale gioca il ruolo principale.  Ciò perché il TAN è il tasso più semplice a cui si possa fare riferimento.  Rappresenta l'interesse annuo applicato ad un prestito, da riconoscere al finanziatore al termine [ ... leggi tutto » ]

TAN e TAEG

22 giugno 2013 - Chiara Nicolai

Tan e Taeg, due termini “oscuri”, ma che sono entrati nella vita di tutti attraverso la pubblicità, i cartelloni e gli annunci di prodotti acquistabili a rate.  Non tutti però ne conoscono il significato esatto e, soprattutto, qual è la loro importanza.  Il Tan è il tasso di interesse semplice applicato all'operazione, ed esprime solo una parte dei costi effettivi del prestito; il Taeg [ ... leggi tutto » ]

Mutui e prestiti - gli interessi di mora rientrano nel calcolo per la verifica del superamento del tasso di usura

9 giugno 2013 - Giovanni Napoletano

Salvo diversa volontà delle parti, il mutuatario deve corrispondere gli interessi al mutuante.  Se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi.  Si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, quindi anche a titolo di interessi [ ... leggi tutto » ]

TAEG – verifica e soglia di usura

28 novembre 2010 - Simone di Saintjust

Sicuramente la verifica del TAEG è agevole e veloce: le sarà sufficiente cercare in rete la tabella dei tassi usurari relativa al periodo in cui ha acceso il finanziamento, e controllare che il tasso applicato (attenzione ad individuare correttamente la tipologia del finanziamento) sia al di sotto della soglia d'usura.  Un controllo più approfondito dovrebbe essere fatto sugli e/c, valutando [ ... leggi tutto » ]