Contratti di prestito – rinnovo della cessione del quinto

Il lavoratore dipendente che ha in corso una cessione del quinto può chiederne il rinnovo della cessione prima della data di scadenza. Questa è una caratteristica della cessione del quinto che può risultare molto importante.

Procedere al rinnovo della cessione significa erogare un nuovo finanziamento che viene in parte utilizzato per l'estinzione di quello in corso. Al cliente verrà versata la parte rimanente.

Un esempio può risultare più chiaro

Un Dipendente ha in corso una Cessione del Quinto con rata di 150€ di cui residuano 20 rate e ha bisogno di una liquidità aggiuntiva di 5.000€.

Per prima cosa occorrerà stimare  la somma che occorrerà bonificare alla vecchia finanziaria per estinguere il debito in corso.

Il calcolo, grosso modo, è: Rata mensile moltiplicata per Numero di Rate Residue meno Interessi sulle Rate Residue più eventuali Penali di Rimborso Anticipato.

Supponiamo che ammonti a 2.500€. Allora il nuovo finanziamento dovrà essere di 7.500€ che verrà ripartito in: 2.500€ alla vecchia finanziaria e 5.000€ al cliente. Il vantaggio dell'operazione consiste nel fatto che il cliente potrà richiedere di non aumentare la rata ma solo di posticipare la data di scadenza del prestito. Significa quindi che otterrà 5.000€ di liquidità aggiuntiva senza appesantire il bilancio familiare!

E' evidente che il rinnovo della Cessione del Quinto è fattibile solo se il debito residuo sul prestito in corso non è eccessivo.

A questo proposito è importantissimo considerare che gli interessi che possiamo detrarre dalle rate non ancora scadute sono SOLO quelli calcolati sul tasso TAN che è un tasso desumibile dal contratto e che spesso è molto inferiore al tasso TAEG.

Da quest’ultima considerazione se ne ricava un'altra altrettanto importante: non è MAI conveniente rinnovare una cessione del quinto iniziata da poco perché così facendo “perdiamo” tutti i costi non rientranti nel TAN e che spesso sono molto elevati. Volete un consiglio semplice semplice? Non rinnovate una cessione del quinto se non avete pagato almeno 1/3 delle rate totali. Farlo prima spesso è possibile ma non conviene!

Per fare una domanda sul rinnovo della cessione del quinto e della delega, sugli acquisti a rate, sui finanziamenti in genere, sui contratti di prestito e  su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

18 agosto 2013 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratti di prestito – rinnovo della cessione del quinto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Pacifico Boccianti 17 gennaio 2011 at 15:47

    Contratto di finanziamento con cessione del quinto sulla pensione stipulato a febbraio2007, con inizio pagamento tramite addebito in conto da marzo 2007- A marzo 2008 interviene l'INPS con la trattenuta per altri 9 anni- Il rinnovo del finanziamento posso farlo a marzo 2011 oppure a settembre 2011? grazie per la risposta. Pacifico Boccianti

    • cocco bill 17 gennaio 2011 at 19:43

      Ciao Pacifico. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2