Fermo amministrativo di equitalia » Quando viene applicato e come è possibile impugnarlo

Fermo amministrativo applicato da Equitalia: vi spieghiamo come e quando viene imposto suggerendo alcune motivazioni per poterlo impugnare e vederselo rimuovere.

Come esplicato già in numerosi interventi sul nostro blog, il fermo amministrativo è una misura posta dall'agente della riscossione sull'automobile del contribuente debitore di somme verso l'erario il quale, pur avendo ricevuto la notifica della cartella esattoriale, non abbia provveduto per tempo al pagamento.

La cartella esattoriale, infatti, deve essere pagata entro 60 giorni dalla notifica.

Tuttavia non per questo, alla scadenza di tale termine, scatta in automatico il fermo amministrativo.

Equitalia, infatti, potrebbe preferire altre misure di coercizione (per esempio, procedendo al pignoramento del conto corrente) oppure attendere svariati mesi prima di attuare il blocco dell'auto.

Comunque, qualora dovesse decorrere un anno di tempo dalla notifica della cartella, Equitalia non è tenuta a notificare (così come invece avviene prima dell'esecuzione forzata) l'intimazione di pagamento.

Prima della notifica del fermo auto il contribuente deve comunque ricevere il preavviso di fermo amministrativo e solo dopo può avvenire l'iscrizione del fermo presso il PRA.

In particolare, Equitalia può iscrivere il fermo quando è scaduto il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento, oppure quello di 30 giorni in caso di notifica di accertamento esecutivo, dopo i quali le somme sono affidate in carico a Equitalia ai fini dell'esecuzione forzata.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fermo amministrativo di equitalia » quando viene applicato e come è possibile impugnarlo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • bender 26 novembre 2016 at 16:06

    Ho ricevuto un preavviso di fermo del veicolo da parte di equitalia. All'epoca ho presentato ricorso avverso la cartella esattoriale riguardante una multa per violazione del codice della strada e il giudice ha sospeso la cartella ( perché in realtà avevo pagato la multa) ma ancora non è terminata la causa. Posso fare ricorso ora contro il preavviso di fermo?

    • Annapaola Ferri 26 novembre 2016 at 18:04

      In prima battuta può procedere con un ricorso amministrativo in autotutela, semplicemente trasmettendo ad Equitalia il provvedimento di sospensione ed invitando la società concessionaria della riscossione ad annullare il preavviso di fermo. Non mi sembra il caso, per ora, di sobbarcarsi altre spese con un ricorso. L'unica raccomandazione è quella di vigilare per non far decorrere i termini (per un eventuale ricorso) nell'attesa di una risposta di Equitalia.

    1 2