Equitalia e le cartelle pazze: un milione 848.860 euro di debiti per un autotrasportatore napoletano

Un milione 848 mila e 860 euro, più qualche spicciolo di centesimo: è la cifra astronomica che Paolo Chiazzo, autotrasportatore napoletano 44enne, dovrà rimborsare ad Equitalia, società di riscossione dei tributi, per una serie di multe non pagate.

Le cose sono andate così: qualche giorno fa un dipendente di Equitalia ha bussato direttamente alle porte della ditta di cui Caiazzo è dipendente pretendendo la riscossione dei debiti effettuando un pignoramento per tutte le somme scadute e da scadere dovute dal contribuente.

Solo così l'uomo è venuto a conoscenza del debito. Nel momento della comunicazione dell'importo di cui era debitore l'uomo si è sentito male ed è stato ricoverato, una breve degenza che però ha profondamente scosso l'intera famiglia di Caiazzo.

Dai documenti di pignoramento si riesce solo a ricostruire che negli ultimi due anni a Caiazzo sono stati notificati 17 avvisi di mora e intimazione per multe non pagate, ma ancora non si riesce a capire come si arrivi ad una cifra così spropositata.

di Francesca Ravel

21 luglio 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia e le cartelle pazze: un milione 848.860 euro di debiti per un autotrasportatore napoletano.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Ed. 19 agosto 2009 at 00:00

    che figli di puttana!

1 2