Affitti in nero - cosa si rischia con le nuove disposizioni

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Affitti in nero - cosa si rischia se non si registra il contratto e non si dichiara il relativo reddito

Buone notizie per gli inquilini che pagano un affitto in nero: chi denuncia al fisco il proprietario dell'appartamento concesso in locazione - con affitto in nero, o con contratto registrato elusivamente a titolo di comodato gratuito - avrà diritto, per i quattro anni successivi, ad un canone ultraleggero, pari [ ... leggi tutto » ]

Affitti in nero - Canone non dichiarato o dichiarato in misura inferiore

Il comma 5, dell'articolo 3 del decreto legislativo legislativo 14 marzo 2011, numero 23 (Disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale) prevede un inasprimento delle sanzioni se nella dichiarazione dei redditi il canone derivante dalla locazione di immobili ad uso abitativo non è indicato o è indicato in misura inferiore a quella effettiva. [ ... leggi tutto » ]

Affitti in nero - Contratti non registrati, registrati per un importo inferiore e comodati fittizi

L’articolo 1, comma 346, della legge 30 dicembre 2004, numero 311 prescrive che “i contratti di locazione, o che comunque costituiscono diritti relativi di godimento, di unità immobiliari ovvero di loro porzioni, comunque stipulati, sono nulli, se ricorrendone i presupposti non sono registrati". Coerentemente con tale disposizione, il legislatore ha [ ... leggi tutto » ]