Contestazione immediata dell'infrazione al codice della strada

Nel caso di contestazione immediata dobbiamo sempre verificare che:

  1. nel verbale consegnato dopo la contestazione immediata sia presente la firma dell'agente accertatore. Se manca la firma, la notifica deve ritenersi come mai avvenuta e la sanzione è. pertanto, inefficace.
  2. l'agente accertatore abbia consegnato al presunto trasgressore il verbale redatto al momento in cui contesta la multa. Se non lo ha fatto, la notifica del verbale deve essere ritenuta mai avvenuta. Un eventuale atto notificato successivamente al domicilio del presunto trasgressore è già viziato dalla precedente mancata notifica, che avrebbe dovuto essere fatta contemporaneamente alla contestazione immediata.
  3. il verbale non sia stato redatto e consegnato al presunto trasgressore da un agente ausiliario del traffico. In questo caso siamo in presenza di un difetto gravissimo di notifica. L'ausiliario del traffico non è abilitato ad effettuare contestazione immediata dell'infrazione, ma soltanto a redigere una specie di attestazione dell'infrazione, che per essere efficace deve essere trascritta in un verbale vero e proprio redatto e firmato da un agente. Nel caso in cui 1′ausiliario abbia contestato immediatamente la multa, compilato il verbale e proceduto alla consegna dello stesso, il verbale che consegna non è assolutamente valido e può essere impugnarlo, perché egli non aveva alcun potere per emetterlo.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca