i creditori iscrivono ipoteca di secondo grado sul bene immobile

Di solito, in questi casi, se non hanno altri beni su cui rivalersi (conti correnti e stipendi) i creditori iscrivono ipoteca di secondo grado sul bene immobile ed attendono che il debitore prosegua nel piano di ammortamento del mutuo.

Ove la situazione finanziaria del debitore non migliorasse nel tempo, si tratterà di estinguere il debito (comprensivo degli interessi maturati) come se si trattasse di un prolungamento del mutuo, oppure subire l'espropriazione del bene quando questo non sarà più "protetto" dalla garanzia verso il creditore ormai soddisfatto.

11 dicembre 2012 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca