Vendere a cittadino con residenza all'estero un veicolo su cui grava provvedimento di fermo amministrativo

La norma che regolamenta l'istituto del fermo amministrativo impedisce la circolazione, la radiazione per demolizione e per esportazione definitiva, ma non la vendita.

Naturalmente il fermo permane con la vendita e l'acquirente ha gli stessi limiti: non può circolare e non può effettuare la radiazione al PRA.

Purtroppo il nostro legislatore ha pensato bene di confondere il fermo amministrativo per debiti esattoriali con quello accessorio di altre sanzioni del CdS, che è un vero e proprio sequestro, seppure normalmente in custodia al proprietario.

Di qui buona parte della confusione ingenerata in tutti ed anche nel PRA, che ha previsto un blocco del sistema informatico per impedire le erronee trascrizioni previste dalla legge, mentre tali trascrizioni sono doverose ed il rifiuto di attuarle comporta reato, quello di impedire un passaggio di proprietà.

Questo vale per l'Italia e, quanto meno anche per l'EU, alla stessa maniera e per il resto del mondo, ferme restando le operazioni doganali, poiché non è impedita l'esportazione del veicolo, bensì e soltanto la trascrizione al PRA della radiazione del veicolo per definitiva esportazione. Quindi anche la trascrizione del passaggio di proprietà a favore di soggetto straniero EU o extra EU deve essere effettuata.

Naturalmente il veicolo, giunto all'estero, ove la procedura di fermo amministrativo non esiste e nemmeno è pensabile, può essere tranquillamente reimmatricolato e dotato di targhe e documenti di quel paese.

La circolazione del veicolo sarebbe quindi lecita in tutto il mondo, meno che in Italia, ove il veicolo, pur divenuto straniero, non essendo mai stato radiato al PRA per definitiva esportazione, risulterebbe con doppia immatricolazione, quindi sanzionabile e passibile di fermo amministrativo, quello vero.

Il proprietario-conducente straniero cadrebbe dalle nuvole e, seppur astrattamente colpevole di non aver applicato la diligenza del buon padre di famiglia nel verificare l'assenza di vincoli sul suo acquisto, verrebbe sanzionato e privato del suo veicolo acquistato in assoluta buona fede.

Chissà come si esprimerebbe la CEDU, se investita di una decisione in merito ...

2 gennaio 2017 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vendere a cittadino con residenza all'estero un veicolo su cui grava provvedimento di fermo amministrativo. Clicca qui.

Stai leggendo Vendere a cittadino con residenza all'estero un veicolo su cui grava provvedimento di fermo amministrativo Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 2 gennaio 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 29 maggio 2017 Classificato nella categoria preavviso di fermo amministrativo e fermo amministrativo .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca