Valida la cartella esattoriale priva della firma del funzionario competente

L'omessa sottoscrizione della cartella esattoriale da parte del funzionario competente non comporta l'invalidità dell'atto, la cui esistenza non dipende tanto dall'apposizione del sigillo o del timbro o di una sottoscrizione leggibile, quanto dal fatto che tale elemento sia inequivocabilmente riferibile all'organo amministrativo titolare del potere di emetterlo.

Tanto più che, a norma dell'articolo 25 del dpr 602/1973, la cartella, quale documento per la riscossione degli importi contenuti nei ruoli, deve essere predisposta secondo il modello approvato con decreto del Ministero competente, che non prevede la sottoscrizione dell'esattore, ma solo la sua intestazione e l'indicazione della causale, tramite apposito numero di codice.

Questo il principio di diritto nuovamente ribadito dai giudici della Corte di cassazione nella sentenza 26142/2017.

10 novembre 2017 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su valida la cartella esattoriale priva della firma del funzionario competente. Clicca qui.

Stai leggendo Valida la cartella esattoriale priva della firma del funzionario competente Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 10 novembre 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 10 novembre 2017 Classificato nella categoria informazioni varie sul mondo delle cartelle esattoriali Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • meliantonio 11 novembre 2017 at 11:03

    Atto di accertamento per omesso versamento tassa automobilistica anno 2014, notificato nel mese di agosto 2017. Entro quanto tempo deve essere notificata la relativa cartella di pagamento da parte dell’agenzia delle entrate (Sicilia) a pena di decadenza?

    • Simone di Saintjust 11 novembre 2017 at 13:09

      L’avviso di accertamento in materia di tassa automobilistica, deve essere notificato entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui la tassa avrebbe dovuto essere corrisposta. Nella fattispecie entro il 31 dicembre 2017.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca