Indice del post usura » come combattere la paura e uscire dalla morsa degli strozzini

Poche parole hanno assunto, nel corso dei secoli, significati così diversi, per non dire "antitetici", come il termine usura. L'etimo latino del vocabolo, che deriva in ultima istanza dal verbo "utor" (usare). Infatti, in origine, con il termine usura si designava il frutto del denaro dato in prestito, senza che la parola implicasse significati indegni o moralmente riprovevoli. In seguito, col diffondersi del fenomeno della crescente esosità dei prestatori di denaro, l'uso della parola fu ristretto ad indicare quei prestiti che comportavano una eccessiva gravosità dell'impegno finanziario del debitore. Con il termine usura ci si riferisce alla riscossione da [ ... leggi tutto » ]

Per tutto il corso dei secoli e in ogni sistema economico, quindi, l’usura ha sempre trovato terreno fertile per l’ingiusta aggressione dei beni delle famiglie e per l’indebolimento o l’annientamento del patrimonio delle imprese e delle loro attività produttive. Il fenomeno dell'usura è andato di recente dilagando in Italia in modo preoccupante a tal punto che avviare una lotta efficace contro l’usura significa colpire il più delle volte gli interessi della Mafia e della criminalità organizzata. Secondo una recente indagine del CENSIS il ricorso all'usura si intensifica nei periodi di recessione economica quando diventa più arduo accedere alle fonti [ ... leggi tutto » ]

L'usura consiste nell'abusare del bisogno di denaro di una persona in difficoltà per procurare a se stessi un forte guadagno illecito. In pratica, l'usura è il reato che commette chi concede prestiti a tassi di interesse molto elevati e superiori a quelli consentiti dalla Legge. Le dimensioni del fenomeno sono difficili da definire perché a fronte di pochi che denunciano la propria situazione, molti cercano ancora di affrontarla senza chiedere aiuto, nonostante lo Stato abbia varato leggi efficaci a sostegno sia di chi è in difficoltà economiche, sia di chi è soggetto ad usura. L'usura è la manifestazione di [ ... leggi tutto » ]

Quasi sempre, si diventa vittime del reato di usura quando la stessa vittima, al fine di risolvere un proprio problema finanziario, si rivolge ad un soggetto segnalato da un amico, da un conoscente, da un personaggio incontrato per strada, il quale offre e promette tutto quello che la persona in difficoltà vuol sentirsi dire in quel determinato momento. Alla base di una vicenda di usura vi è quindi, di norma, l'errata convinzione da parte della vittima di poter risolvere le proprie difficoltà finanziarie, anche momentanee, rivolgendosi ad un usuraio. Di fatto, colui che offre denaro con interessi sproporzionati o [ ... leggi tutto » ]

Negli ultimi anni alla tradizionale attività dell'usuraio si è affiancata quella di vere e proprie organizzazioni le quali agiscono anche avvalendosi di persone "insospettabili". Inoltre, per l'aggravarsi delle difficoltà di tante piccole e piccolissime aziende, causate dall'attuale contesto recessivo dell'economia, è cresciuto sensibilmente il numero delle vittime di usura che svolgono un'attività economica: agli usurai ci si rivolge non solo per affrontare emergenze familiari ma anche per ottenere finanziamenti da utilizzare nell'impresa. E' indispensabile, dunque, diffidare sempre di chi propone soluzioni che appaiono rapide ed informali, al di fuori degli ordinari circuiti del credito. Il classico usuraio di quartiere [ ... leggi tutto » ]

Il reato dell'usura si consuma nel silenzio e con il silenzio. La paura passa solo con la presentazione della denuncia. È questo l’unico mezzo per uscire dalle spire del proprio aguzzino. Avere la certezza di non subire più violenze fisiche, di tutelare quel che ancora rimane del proprio patrimonio, risanare e rilanciare la propria attività imprenditoriale. La paura esiste soltanto finché si è sotto usura. La paura passa con la denunzia e con la consapevolezza, al di là degli aiuti economici garantiti dallo Stato, che denunciare l’usuraio è l’unica via percorribile per riacquistare autostima, per meglio garantire se stessi [ ... leggi tutto » ]

Le parti s’invertono, sarà lo strozzino che al momento dell'arresto, spesso eseguito in flagranza di reato o al momento dell'avviso di reato, ad avere paura di colui il quale fino a ieri era la sua vittima. L’usuraio sa bene di rischiare il carcere, ma la sua maggior preoccupazione non è l’arresto, bensì la diffusione della notizia che potrebbe indurre le altre sue vittime, venuto a sapere che ormai è innocuo e perdente, a fargli causa pretendendo la restituzione dei loro beni, finiti in possesso dell'usuraio. L’usuraio alla fine è un pavido, egli è preso solamente dall'ingordigia del denaro e [ ... leggi tutto » ]

Seguire alla lettera i consigli che verranno dati dagli investigatori che seguono le indagini, evitare qualsiasi contatto con l'usuraio, non prendere iniziative se non concordate con l'Autorità inquirente; memorizzare sul proprio cellulare alle "chiamate rapide" il numero di telefono dell'Autorità di Polizia alla quale la denunzia è stata presentata. qualora si dovessero incontrare nei pressi dell'abitazione, della scuola frequentata dai figli, o in qualsiasi altro luogo di abituale frequentazione, lo strozzino o altre persone allo stesso collegabili o persone comunque sospette, telefonare all'Autorità di Polizia il cui numero è stato precedentemente memorizzato, fornendo tutti i dati possibili che si [ ... leggi tutto » ]

Qualora la denuncia non fosse stata ancora presentata, non bisogna: Minacciare l'usuraio di denunziarlo: si potrebbe con tale affermazione, fare accelerare la messa in atto di azioni a saldo precedentemente consegnate all'usuraio (procure a vendere di immobili, di mezzi meccanici - quote societarie - cambiali - assegni e quant'altro ), se non anche subire violenze fisiche. Accettare di andare ad incontri proposti dall'usuraio. Qualora si volesse, è buona norma cambiare il posto indicato per l'incontro e sceglierne uno nuovo, molto frequentato, piazza, bar, e quando si è insieme accennare un saluto a qualche passante anche se sconosciuto. In questo [ ... leggi tutto » ]

Il problema del gioco d'azzardo si presenta, sempre più spesso, spesso nelle famiglie italiane. Gioco d'azzardo ed usura. Questo è un cerchio che, purtroppo, si chiude perfettamente. Può capitare che nei pressi delle sale da gioco stazionino persone che prestano denaro ad usura, a volte anche con la complicità dei gestori. Questa circostanza viene anche detta usura di giornata. Si conclude nell'arco delle 24 ore con il raddoppio giornaliero [ ... leggi tutto » ]

L'approccio ai giochi: (video, gratta e vinci, lotterie, bingo, videopoker, formula 101, lotto telematico, vinci per la vita, etc) ha sempre un inizio ludico. Alcune volte, però, finisce nella dipendenza. Il passaggio successivo per chi non si è saputo controllare diventa, in tempi brevi, compulsivo. Ad esempio, quando si fuma la prima sigaretta, si dice sempre e con convinzione: Sì, una cicca non fa nulla,figurati. Quando voglio posso sempre smettere. Da lì a poco, si passa a fumare la seconda, terza sigaretta e cosi via fino ad acquistare il primo dei tanti pacchetti di sigarette che si acquisteranno da [ ... leggi tutto » ]

L'Erario per una minima parte, i privati in modo consistente. Quali sono le probabilità di vincita per il giocatore? Superenalotto: centrare un 6 è di UNA su 622.614.430; Lotto: centrare una cinquina è di UNA su 23 milioni; Win for Life: UNA su 3 milioni; Poker: avere una scala è di UNA su 688 mila; Gratta e Vinci: è di UNA su 15: diciamo il più generoso viste le vincite anche minime che si possono trovare sotto la striscia argentata, ma è anche quello più subdolo, insidioso, è da questo gioco che avviene l'iniziazione che lentamente, inesorabilmente, senza accorgersene, [ ... leggi tutto » ]

Questi giochi che in burocratese vengono definiti "giochi d'intrattenimento", popolarmente e giustamente sono invece chiamate "mangia soldi", sono un problema anche per la società in quanto, spesso, portano la gente ad ammalarsi, le famiglie a rovinarsi, con pericolo che il giocatore, se pur occasionale, possa assuefarsi e divenire vittima di comportamenti compulsivi. I costi, per la disintossicazione e recupero dell'ammalato, incidono sulla Sanità in modo non indifferente e le cure, a detta degli esperti, sono lunghe e di non facile soluzione. I costi per i meno abbienti vanno poi ad assommarsi ad altri interventi di enti istituzionali e del [ ... leggi tutto » ]

Gli italiani sono quelli che spendono in assoluto la cifra maggiore per scommesse e lotterie in rapporto al reddito pro-capite, una cifra che si è triplicata in quattro anni. Se a questo giro di affari aggiungiamo quello delle scommesse clandestine, controllate dalla criminalità, abbiamo un quadro pressoché completo della vastità del fenomeno. Alcune recenti indagini statistiche confermano questa ipotesi e dimostrano come a giocare siano sempre di più le fasce più deboli dal punto di vista economico: 56% degli strati sociali medio-bassi, il 47% di quelli più poveri e il 66% dei disoccupati. Negli Stati Uniti, il Senato, nel [ ... leggi tutto » ]

L'usura è il prestito di somme di denaro (o altre utilità) ad alto interesse. Se la vittima subisce violenze fisiche o psicologiche, si potrebbe ipotizzare il reato di estorsione. Gli aiuti concessi dallo stato, sono: per l'usura: finanziamento decennale a tasso "0" per l'estorsione: elargizione. Entrambe godono per 300 giorni della sospensione di adempimenti amministrativi, dei mutui bancari ed ipotecari, nonchè di ogni altro atto avente efficacia esecutiva. Le condizioni per accedere agli aiuti, sono: la denunzia dei propri usurai o estorsori; l'assenso da parte del Pubblico Ministero; altra documentazione inerente l'attività imprenditoriale che verrà analizzata da una commissione [ ... leggi tutto » ]

Ai fini della determinazione dei tassi di interesse usurai, in sostanza, i tassi medi rilevati devono essere aumentati della metà. Il Ministero del Tesoro, in base alla Legge numero 108/1996 in materia di usura, è chiamato a rilevare, ogni tre mesi, il tasso effettivo globale medio (TEGM) degli interessi praticati dalle banche e dalle società finanziarie nel corso del trimestre precedente, per operazioni della stessa natura. Detto tasso, aumentato della metà, costituisce il limite oltre il quale gli interessi sono usurari. Il TEGM, comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle derivanti da imposte e [ ... leggi tutto » ]

Esistono due tipi di fondi antiusura, che sono stati previsti dalla legge 108/96. Esattamente, si tratta de: Il Fondo di solidarietà; Il Fondo di prevenzione. Esaminiamoli [ ... leggi tutto » ]

È un mutuo senza interessi da restituire in dieci anni, destinato a tutti coloro che esercitano un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica ovvero una libera arte o professione, che dichiarino di essere vittime di usura e risultino parti offese nel relativo procedimento penale. L’importo è commisurato al danno subito nel rapporto usurario. Questo fondo è destinato a consentire il reinserimento delle vittime nel circuito dell'economia legale. Il termine per la presentazione della domanda di accesso al fondo è di sei mesi, calcolati dal giorno in cui la vittima ha notizia dell'inizio delle indagini per il delitto di usura. [ ... leggi tutto » ]

È istituito presso il Ministero del Tesoro ed ha lo scopo di mettere a disposizione di Associazioni, Confidi e Fondazioni, somme di denaro finalizzate a prestare garanzia alle banche al fine di favorire l’erogazione di finanziamenti in favore di soggetti che incontrano difficoltà di accesso al credito. Nello specifico si rivolgeranno ai Confidi gli operatori economici (artigiani, commercianti e piccoli imprenditori), mentre le famiglie potranno rivolgersi alle Fondazioni ed alle Associazioni Antiusura. Presso il Ministero del Tesoro è possibile conoscere l’elenco di tutte le strutture abilitate alla gestione [ ... leggi tutto » ]

Il fondo antiusura Adiconsum si rivolge esclusivamente a famiglie che si trovano in situazioni di difficoltà economica (sovraindebitamento). Il Fondo si rivolge esclusivamente alle famiglie, non imprese, che si trovano in situazioni di difficoltà economica (sovraindebitamento) e che per questa difficoltà non sono più in grado di coprire con le loro entrate mensili tutte le spese necessarie per il sostentamento del nucleo familiare (vitto, fitto, rata del mutuo, bollette, spese sanitarie, ecc.). Il Fondo di prevenzione usura gestito da Adiconsum opera a livello nazionale, pertanto tutti coloro che si trovano nella situazione sopra descritta, possono rivolgersi direttamente alla nostra [ ... leggi tutto » ]

E' una commissione presieduta da un Presidente e da una serie di esperti che vantano competenze specifiche nelle materie, finanziarie, giuridiche e sociali. Il Comitato una volta valutata la presenza o meno dei requisiti delibera la concessione o la mancata concessione della garanzia utile per l'attivazione del finanziamento. La risposta del Comitato viene fornita tramite lettera raccomandata. Contemporaneamente il Comitato invia una comunicazione scritta (con allegata documentazione) alla banca convenzionata, che dopo un ulteriore esame della richiesta, concede il prestito alle condizioni previste dalla convenzione [ ... leggi tutto » ]

Lo Sportello Famiglia, fornisce consulenza e supporto psicologico gratuito, per un massimo di 10 incontri, alle famiglie sovraindebitate che presentano domanda di accesso al fondo di prevenzione usura gestito da Adiconsum. Per le famiglie o gli utenti fuori sede, lo sportello provvede, oltre all'accoglimento e alla ridefinizione della richiesta di aiuto, anche all'accompagnamento e all'invio delle stesse presso strutture pubbliche del territorio di residenza, in particolar modo presso specialisti o strutture che possano adeguatamente rispondere alle particolari esigenze dell'utenza. Per accedere al servizio è sufficiente: presentare la domanda di accesso al fondo di prevenzione usura telefonare per prendere appuntamento [ ... leggi tutto » ]

La finalità del Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso, delle richieste estorsive e dell'usura è indennizzare le vittime che siano costituite parti civili nei procedimenti penali intentati nei confronti degli autori dei reati di tipo mafioso. Il Comitato di Solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso, presieduto dal Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso, delibera, alle condizioni previste dalla legge, i benefici economici alle vittime suindicate pari al danno quantificato in sede penale nel giudizio contro l'autore del reato nonché [ ... leggi tutto » ]

La pratica mutualistica per combattere l’usura, che oggi in Italia si evidenzia nei nuovi organismi di solidarietà previsti dalla legge, ma anche nella rete di libere associazioni, e nello stesso ruolo riconosciuto ai Consorzi di garanzia, ha precedenti antichi. Sono coevi, ad esempio, i Monti frumentari e i Monti di pietà o Monti di pegno, sorti in Italia “come controspinta al pauperismo dei secoli XIV e XV, sotto il pungolo della predicazione popolare degli oratori sacri del rinascimento (primo fra essi, il Beato Bernardino da Feltre) rivolta a combattere l’usura, che appariva come una vera piaga sociale”. Tutti i [ ... leggi tutto » ]

Gli interessi di mora rientrano nel calcolo per la verifica del superamento del tasso usurario Salvo diversa volontà delle parti, il mutuatario deve corrispondere gli interessi al mutuante. Se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi. Si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, quindi anche a titolo di interessi moratori. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione nella sentenza numero 350 del 9 gennaio 2013, che offre agli utenti dei servizi bancari e finanziari, in [ ... leggi tutto » ]

Sicuramente la verifica del TAEG è agevole e veloce: è sufficiente cercare in rete la tabella dei tassi usurari relativa al periodo in cui si è acceso un finanziamento, e controllare che il tasso applicato (attenzione ad individuare correttamente la tipologia del finanziamento) sia al di sotto della soglia d'usura. Un controllo più approfondito dovrebbe essere fatto sugli estratti conto, valutando che tutti gli addebiti siano conformi al contratto, e soprattutto (controllando anche i fogli informativi) che le eventuali spese aggiuntive siano state comprese nel calcolo del TAEG, viceversa potrebbero andare ad accrescere quest'ultimo, facendolo così sforare dalla predetta [ ... leggi tutto » ]

Continuando a parlare del rischio del sovraindebitamento e del ricorso all'usura, è bene ricordare che c'e' la necessita' di un costante impegno delle istituzioni, degli intermediari e delle associazioni per evitare che possano aumentare i pericoli. Per ridurre il campo d'azione dell'usura e' necessario creare i presupposti per assicurare che l'incontro tra domanda e offerta di credito legale si realizzi in modo ottimale. La concorrenza, la trasparenza contrattuale e la conoscenza dei prodotti sono fattori che contribuiscono alla prevenzione dell'usura, ma non sono sufficienti di fronte "all'emergere di situazioni di maggiore difficolta' economica nelle quali il rischio di usura [ ... leggi tutto » ]

Prima di giungere alle osservazioni finali, vi proponiamo, di seguito, un manuale di difesa contro l'usura e l'estorsione redatto dall'Osservatorio Socio-Economico sulla Criminalità [ ... leggi tutto » ]

Che differenza c’è, in sostanza tra interesse e usura? Secondo me? Nessuna. Cambiano certo le forme e i tassi dell'usura, ma dal punto di vista concettuale non vi è alcuna discrepanza. In economia invece il discrimine passa tra ciò che viene ritenuto legale e ciò che viene ritenuto illegale. Per interi millenni i concetti si sono sovrapposti tanto che l’usura veniva intesa- e unanimemente condannata - come prestito di denaro in cambio di interessi. Il motivo dello stigma dell'usura è di grande importanza. Prestare soldi a interessi veniva condannato senz’appello perché ciò significava vendere il tempo e il tempo [ ... leggi tutto » ]

19 giugno 2013 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post usura » come combattere la paura e uscire dalla morsa degli strozzini. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Usura » Come combattere la paura e uscire dalla morsa degli strozzini Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 19 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 27 settembre 2017 Classificato nella categoria contratti di prestito debiti e sovraindebitamento » mini guide Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca