L'usura bancaria

Come noto, l'usura è la pratica consistente nel fornire prestiti a tassi di interesse considerati illegali (tassi usurari), socialmente riprovevoli e tali da rendere il loro rimborso molto difficile o impossibile, imposti spingendo il debitore ad accettare condizioni poste dal creditore a proprio vantaggio.

In gergo strettamente bancario, invece, si ha usura se il Tasso effettivo globale (TEG) su base annua supera il tasso soglia usura (Tsu).

Il tasso soglia usura va calcolato tenendo conto del livello del Tasso effettivo globale medio (Tegm) che risulta dalla rilevazione fatta ogni tre mesi dalla Banca d'Italia per conto del Mef e pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Una volta individuato il Tegm di periodo bisogna incrementarlo del 50% per ottenere il Tsu.

Ricordiamo che dal 2011 è stato modificato il metodo di calcolo del tasso soglia, riducendo dal 50% al 25% l'incremento e aggiungendo un margine fisso di 4 punti percentuali.

Lo scostamento massimo tra Tegm e Tsu non può superare gli otto punti.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'usura bancaria. Clicca qui.

Stai leggendo L'usura bancaria Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 16 luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario adottate dal Collegio di Coordinamento Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca