Usufrutto di una proprieta’ e la sua pignorabilita’

Indice dei contenuti dell'articolo


Usufrutto della casa paterna a mia madre sovraindebitata

Alla morte di mio padre, la proprietà è stata suddivisa tra noi figli lasciando l'usufrutto a nostra madre.

Mia madre, ha un’attività propria, si è sovraindebitata ed in più ha ricevuto un controllo da parte della finanza, con relativa multa.

Il quesito è: in caso di insolvenza, i creditori si possono rivalere sui miei beni (sono l’unico che oltre alla proprietà ereditata, possiede una casa in regime di condivisione dei beni con la moglie)

Pignorabilità usufrutto - alcune precisazioni

L' usufrutto concesso a sua madre è un bene, quantificabile in valore e come tale pignorabile in caso di insolvenza debitoria.

Il calcolo avviene sulla base del valore catastale dell'immobile e su tabelle attuariali.

Se parliamo di usufrutto vitalizio, il suo valore si calcola applicando un determinato coefficiente (relativo all'età dell'usufruttuario) - che tiene anche conto del saggio legale d'interesse - al valore catastale aggiornato della piena proprietà del bene.

Ad esempio dato 200.000 Euro il valore della piena proprietà e in 51 gli anni dell'usufruttuario, si ha che:

- l'usufrutto vale: 200.000 x 23% = 46.000 Euro
- la nuda proprietà vale (specularmente): 154.000 Euro.

13 Novembre 2012 · Simone di Saintjust