Indice del post usucapione – presupposto ed opponibilità a terzi

L'usucapione rappresenta un modo di acquisto della proprietà o di altro diritto reale ed è opponibile a terzi indipendentemente dalla trascrizione nei registri pubblici. Il Codice civile intende per usucapione il modo di acquisto della proprietà o di altro diritto reale a seguito del possesso pacifico, non violento e ininterrotto di un bene mobile o immobile per un determinato periodo di tempo stabilito dalla legge. L'usucapione risponde all'esigenza di eliminare le situazioni di incertezza circa l'appartenenza dei beni, in presenza di una consolidata situazione di fatto, qual è il possesso di un bene protratto per un certo tempo. Possono [ ... leggi tutto » ]

È bene precisare cosa si intende per possesso: l'articolo 1140 del Codice civile definisce il possesso come il potere sulla cosa che si manifesta in un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale. Si può possedere direttamente o per mezzo di altra persona, che ha la detenzione della cosa. Da tale definizione si ricavano due elementi che caratterizzano il possesso: elemento oggettivo, consistente nella disponibilità della cosa, anche solo potenziale; elemento soggettivo, consistente nell'intenzione di tenere la cosa come propria mediante l'esercizio di un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale (cosiddetto "animus possidendi"). L'elemento [ ... leggi tutto » ]

Ai sensi del Codice civile il possesso deve essere: inequivoco: deve cioè consistere in modo certo nell'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale. pacifico e pubblico: ossia non acquistato in modo violento o clandestino. Se il possesso è stato conseguito con violenza o in modo clandestino, il tempo utile per l'usucapione comincia a decorrere solo da quando sia cessata la violenza o la clandestinità. continuato e non interrotto: è interrotto quando il possessore è stato privato del possesso per oltre un anno. Il possesso può essere sia di buona che di mala fede. La distinzione (tra [ ... leggi tutto » ]

I tempi necessari affinchè si realizzi l'usucapione sono: per i beni immobili: 20 anni per i beni immobili acquistati in buona fede da chi non ne è proprietario, ma in forza di un titolo idoneo a trasferire la proprietà e che sia stato debitamente trascritto: 10 anni dalla data della trascrizione per le universalità di beni mobili: 20 anni per i beni mobili acquistati senza titolo idoneo e posseduti in buona fede: 10 anni per i beni mobili acquistati senza titolo idoneo e posseduti in mala fede: 20 anni per i beni mobili iscritti in pubblici registri acquistati in [ ... leggi tutto » ]

Il decorso del termine per usucapire può essere interrotto dal compimento di determinati atti da parte del titolare del bene. In proposito l'articolo 1165 del Codice civile richiama le norme sull'interruzione della prescrizione, in quanto compatibili con l'usucapione. L'usucapione, in particolare, è interrotta dall'atto con il quale il proprietario agisce in giudizio contro il possessore per recuperare il possesso della cosa e dal riconoscimento da parte del possessore del diritto altrui. La diffida stragiudiziale del proprietario non è idonea ad interrompere il termine dell'usucapione. Dall'atto interruttivo il [ ... leggi tutto » ]

L'usucapione è, dunque, un modo di acquisto a titolo originario della proprietà (o di altro diritto reale). L'acquisto del diritto si produce automaticamente per legge, nel momento in cui si realizzano i presupposti dell'usucapione (possesso + decorso del tempo). L'usucapiente potrebbe comunque avere interesse a formalizzare il proprio acquisto, per agevolare ad esempio la commerciabilità del bene. Qualora, infatti, volesse vendere il bene, dovrebbe trovare un acquirente imprudente che, in assenza di un titolo scritto, confidi sull'avvenuto acquisto. L'usucapiente, per formalizzare l'acquisto, deve esperire un'azione giudiziale per ottenere una sentenza che accerti e dichiari l'avvenuta usucapione. La sentenza è [ ... leggi tutto » ]

Domandiamoci adesso se sia legittimo indicare nella dichiarazione di successione un immobile pervenuto al de cuius per usucapione, quando ancora non ci sia stata la pronuncia della sentenza di accertamento. Sul punto l'Agenzia delle Entrate ritiene corretta tale indicazione (Agenzia delle Entrate, risoluzione del 25 febbraio 2009, numero 52/E) . In particolare l'Agenzia delle Entrate ha precisato che debba applicarsi l'articolo 9, comma 1, del Testo Unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, approvato con decreto legislativo 31 ottobre 1990, numero 346 (di seguito TUS), per il quale "l'attivo ereditario è costituito da tutti i beni e [ ... leggi tutto » ]

In caso di successione per morte, il coerede può usucapire la quota degli altri coeredi se dopo la morte del de cuius è rimasto nel possesso esclusivo del bene ereditario, senza che sia necessaria l'interversione del possesso (Corte di Cassazione, sentenza del 25 marzo 2009, numero 7221; del 12 aprile 2002, numero 5226; numero 7075/1999; numero 5687/1996). A tal fine, tuttavia, non è sufficiente il semplice fatto che gli altri partecipanti alla comunione ereditaria si siano astenuti dall'uso comune della cosa. È necessario, piuttosto, che il singolo coerede abbia goduto del bene in modo inconciliabile con la possibilità di [ ... leggi tutto » ]

22 gennaio 2011 · Antonella Pedone

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Usucapione ed eredità
E' possibile usucapire le quote dei coeredi, a condizione che il possessore manifesti un possesso esclusivo incompatibile con il godimento del diritto da parte degli altri coeredi. Come è noto, l'usucapione è un modo di acquisto della proprietà o di altro diritto reale a seguito del possesso pacifico, non violento ...
L'usucapione in un condominio
(Articoli 1102, 1158, 1159, 1163, 1164, 1165, 1166, 1167, del codice civile) - La proprietà dei beni mobili e gli altri diritti reali di godimento sui beni medesimi si acquistano in virtù del possesso continuato per venti anni (articolo 1158 del codice civile). L'usucapione decennale non trova applicazione in un ...
Usucapione – i requisiti del possesso e dell'animus possidendi
In materia di usucapione, è necessario dimostrare in giudizio sia il possesso continuato ed ininterrotto per il termine di legge, sia l'animus possidendi. Chi agisce in giudizio per essere dichiarato proprietario di un bene a seguito di usucapione, deve dimostrare tutti gli elementi costitutivi della fattispecie, ossia: il possesso continuato ...
Usucapione del bene ereditato » Per il possesso a discapito degli altri coeredi va dimostrato l'uso esclusivo
Bene ereditato tra più coeredi: un erede per averne il pieno possesso, tramite usucapione, deve manifestarne pubblicamente l'uso esclusivo. Il coerede che dopo la morte del de cuius sia rimasto nel possesso del bene ereditario, può, prima della divisione, usucapire la quota degli altri eredi, senza necessità di interversione del ...
Usucapione del bene in comunione ereditaria
Per quanto attiene il possesso di un bene insieme ad altri soggetti, il godimento esclusivo della cosa comune da parte di uno dei possessori non è, di per sé, idoneo a far ritenere lo stato di fatto cosi determinatosi funzionale all'esercizio del diritto di usucapione. La circostanza venutasi a creare, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post usucapione – presupposto ed opponibilità a terzi. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Usucapione – presupposto ed opponibilità a terzi Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 22 gennaio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria usucapione - come diventare proprietari di un bene senza acquistarlo .

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca