Usucapione » Comportamenti del possessore e del proprietario effettivo

Come già accennato, si diventa titolari di un bene altrui, anche se si è in mala fede (ossia si sappia che il bene è di proprietà di un altro soggetto) purché si sia posseduto il bene (cioè lo si abbia utilizzato o comunque se ne sia usufruito in qualche modo) per un periodo di tempo predeterminato di 20 o 10 anni.

E, durante questo periodo, ci si sia comportati, come se si fosse i veri proprietari, cioè alla luce del sole e davanti a tutta la collettività.

L'acquisto del possesso da parte del possessore non deve essere avvenuto in modo violento o clandestino, altrimenti l'usucapione non inizia a decorrere (o inizia a decorrere dal momento in cui è cessata la situazione di violenza o di clandestinità).

Dall'altro lato, il proprietario effettivo del bene deve essersi disinteressato completamente di questa situazione, lasciando (in modo consapevole o inconsapevole) che l'immobile venisse utilizzato dall'altro soggetto.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca