Indice del post tutela privacy » come difendersi con il garante della privacy

Se la la propria privacy non viene rispettata da terzi, ecco come effettuare il reclamo all'Autorità per la tutela dei dati personali. Quando si vedono lesi i propri diritti sulla privacy, è bene rivolgersi al soggetto che tratta i nostri dati, ovvero il titolare del trattamento, esponendo le proprie ragioni e avanzando le richieste. Qualora alla richiesta non sussegua un riscontro soddisfacente, e' possibile presentare un reclamo, [ ... leggi tutto » ]

Con il reclamo al garante della privacy vengono esposte le proprie argomentazioni riguardo la presunta violazione di legge da parte del soggetto che detiene e gestisce i dati, il titolare del trattamento, con richiesta di intervento. Non vi sono particolari formalità da seguire, ma e' bene essere precisi e specificare chiaramente i dati del titolare e dell'eventuale rappresentante e i propri, compreso il recapito al quale si vuole ricevere la risposta. Al reclamo segue un'istruttoria. Così, se se sussistono i presupposti il Garante della privacy, con proprio provvedimento, può invitare il titolare/gestore ad adottare misure per adeguarsi alle norme [ ... leggi tutto » ]

Quando, invece, non e' possibile presentare un reclamo, perché, ad esempio non si dispone di tutte le informazioni necessarie per farlo, gli stessi scopi sono raggiungibili inoltrando una semplice segnalazione, fornendo gli elementi che si hanno. La forma e' libera, l'invio può essere fatto all'indirizzo geografico, per email o per fax (vedi QUI). A seguito della presentazione di una segnalazione il Garante procede come per i reclami, e può prendere gli stessi provvedimenti già accennati. La segnalazione, a differenza [ ... leggi tutto » ]

Il ricorso al garante della privacy è un atto più formale rispetto al reclamo, e impedisce un qualsivoglia procedimento in tribunale. Si puo' presentare ricorso al Garante dopo aver provato a rivolgere le proprie richieste al gestore/titolare del trattamento dei dati, nel caso in cui sia decorso inutilmente il tempo utile per un riscontro, 15 giorni dal ricevimento, oppure quando la risposta ricevuta e' insoddisfacente. Nel caso in cui vi sia il rischio, per l'interessato, di subire un danno imminente e irreparabile, il ricorso puo' essere presentato subito, senza invio di richieste al gestore/titolare del trattamento o comunque senza [ ... leggi tutto » ]

4 novembre 2014 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quote condominiali - L'amministratore non può inviare il sollecito di pagamento al datore di lavoro del condomino moroso
L'Autorità per la protezione dei dati personali ha dichiarato illecito il trattamento effettuato da un amministratore che aveva inviato un sollecito di pagamento al datore di lavoro di un condomino in ritardo con il saldo di alcune rate, anziché a lui personalmente. Il sollecito di pagamento delle rate condominiali arretrate, ...
Autorità per la tutela della privacy - l'attività svolta nel campo del recupero crediti e della tutela del consumatore
Nella sala Koch di Palazzo Madama, l'Autorità per la tutela della privacy ha presentato martedì 10 giugno 2014 la sua Relazione annuale relativa all'attività svolta nel 2013, in cui ha fatto un'analisi dell'anno appena trascorso con particolare riferimento alle azioni intraprese nel campo del recupero crediti e della tutela del ...
Recupero crediti » Stop dell'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati
Recupero crediti selvaggio: Altolà parziale dall'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati. Una banca non può effettuare il recupero crediti mediante telefonate preregistrate. Ciò, a meno che non sia in grado di garantire che le sue comunicazioni giungano solo al destinatario o a persone da questi ...
Cattivi pagatori e diritto all'oblio – guida alla cancellazione dei propri dati con ricorso all'Autorità per la tutela della privacy
Come fare quando, pur essendone obbligata, la Centrale Rischi non provvede alla cancellazione dei dati relativi al cattivo pagatore. I rimedi possibili sono la segnalazione, il reclamo ed il ricorso all'Autorità per la tutela della privacy. In questo articolo vengono fornite al cattivo pagatore tutte le informazioni utili per ottenere ...
Condominio e bacheca dei morosi » Il vademecum del garante privacy
Si sa, le spese per il condominio, ormai, sono diventate sempre più pesanti. I condomini morosi aumentano sempre di più. Vuoi per la difficoltà di arrivare a fine mese anche con due stipendi, vuoi per l'incalzare dell'attuale crisi. Sempre più spesso, chi possiede un appartamento, non è in grado di ...

Spunti di discussione dal forum

Iscrizione banche dati cattivi pagatori senza preavviso
Sono garante di un prestito e per problemi personali il titolare del prestito ha pagato una rata in ritardo di 5 giorni, la finanziaria ha segnalato sia lui che me nella banca dati ma senza avvisare con nessuna comunicazione. Ora io me ne sono accorta perché sono andato a richiedere…
Cambio utenza elettrica e corrispettivo C-mor anche con debiti saldati – In che modo e a chi posso presentare reclamo?
Volevo chiedere alcune informazioni: ho cambiato da poco il gestore dell'utenza elettrica, a causa di disguidi passati. Dopo aver effettuato la transizione, nella mia prima bolletta con la nuova utenza, mi sono stati addebitati degli importi extra, indicati come corrispettivo C-Mor. Spulciando su internet, mi sembra di aver capito si…
Segnalazione in CAI carter che reputo illegittima – A chi rivolgersi per ottenerne la cancellazione?
A settembre 2015 ho deciso di chiudere il mio conto corrente presso la mia ex banca con il conto anche la carta di credito carta si che avevo. Durante una telefonata con il direttore della stessa lo informai di aver inviato il bonifico per il saldo della carta e lui…
Parziale erogazione di banconote dal bancomat
Chiedo il Vostro aiuto per formulare una comunicazione di reclamo e contestuale richiesta di rimborso, da presentare alla banca che gestisce il mio conto e dalla quale ho effettuato un prelievo di denaro contante, ma da quanto richiesto mancavano 300 euro che invece mi sono stati addebitati nel totale riportato…
Omissione di Preavviso di segnalazione in Centrale Rischi
Ho ricevuto risposta a AMX, prendono atto che ho estinto il debito e mi scrivono: Seppur rammaricati per il suo disappunto riguardo l’intera gestione da parte dei nostri Uffici, rileviamo che in relazione ad un aggiornamento di natura tecnica dei nostri sistemi l’autorizzazione all'addebito diretto è stata revocata. Accettando che…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post tutela privacy » come difendersi con il garante della privacy. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Tutela privacy » Come difendersi con il garante della privacy Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 4 novembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 21 febbraio 2017 Classificato nella categoria privacy e dignità debitore Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca