La prescrizione dei crediti aiuta il debitore

Il debitore può tutelarsi dal pagamento di un qualsiasi atto per l'avvento della prescrizione: vediamo, però, in quali casi, come e perché.

Il debito non rimane, di norma, per tutta la vita del debitore, ma dopo un certo periodo si prescrive.

Tale periodo varia a seconda del debito.

La regola generale è che la prescrizione si compie dopo:

  1. 10 anni per tutte le obbligazioni (per esempio un contratto);
  2. 5 anni per quelle che derivano da fatti illeciti (ad esempio, il danneggiamento di un condomino per infiltrazioni d'acqua), da rapporto di lavoro subordinato, da multe stradali, da bollette;
  3. 3 anni per la parcella dei professionisti;
  4. 2 anni per i danni derivanti da incidenti stradali.

Naturalmente, c'è da dirlo, ogni richiamo al pagamento da parte di un creditore, pubblico o privato, interrompe la prescrizione.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la prescrizione dei crediti aiuta il debitore. Clicca qui.

Stai leggendo La prescrizione dei crediti aiuta il debitore Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 9 marzo 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi e conseguenze Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca