La prescrizione dei crediti aiuta il debitore

Il debitore può tutelarsi dal pagamento di un qualsiasi atto per l'avvento della prescrizione: vediamo, però, in quali casi, come e perché.

Il debito non rimane, di norma, per tutta la vita del debitore, ma dopo un certo periodo si prescrive.

Tale periodo varia a seconda del debito.

La regola generale è che la prescrizione si compie dopo:

  1. 10 anni per tutte le obbligazioni (per esempio un contratto);
  2. 5 anni per quelle che derivano da fatti illeciti (ad esempio, il danneggiamento di un condomino per infiltrazioni d'acqua), da rapporto di lavoro subordinato, da multe stradali, da bollette;
  3. 3 anni per la parcella dei professionisti;
  4. 2 anni per i danni derivanti da incidenti stradali.

Naturalmente, c'è da dirlo, ogni richiamo al pagamento da parte di un creditore, pubblico o privato, interrompe la prescrizione.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca