Multa e termini di notifica per mancato aggiornamento al PRA

Termini di notifica multa in caso di mancato aggiornamento del PRA

Ho ricevuto la notifica di una multa tramite messo comunale il 4 Aprile 2011, per una violazione del s. del 12.12.2010.  

La Polizia Municipale ha fatto una prima notifica il 12.02.2011 al mio vecchio indirizzo di residenza ancora risultante dal PRA ma io già dal 2008 ho variato residenza con regolare dichiarazione al Comune.

Vorrei sapere se è corretto sostenere che la notifica del 4.4.2011 è avvenuta oltre il termine dei 90 giorni, oppure, se il mancato aggiornamento del PRA comporti una sorta di nuovo termine per notificare per la Polizia Municipale?

Termini di notifica multa in caso di mancato aggiornamento del PRA

Tutto ruota, per rispondere al suo interrogativo, intorno a un elemento che però lei non ci rende noto, almeno in modo esplicito.

Sarebbe importante sapere se lei, nel 2008, nel momento in cui ha effettuato richiesta di variazione di residenza ha dichiarato di essere proprietario del veicolo con cui è stata poi commessa l'infrazione

In caso affermativo, l'unica notifica da considerare è quella del 4 aprile 2011, giuridicamente inesistente in quanto avvenuta decorsi i 90 giorni previsti dalla legge al riguardo.

Sulla questione del cambio di residenza e la connessa mancata segnalazione dei nuovi dati al PRA è intervenuta, infatti, la Corte di Cassazione in sezioni unite civili (sentenza numero 24851/2010).

Il termine da cui conteggiare i 90 giorni utili per la notifica del verbale, qualora il destinatario abbia cambiato residenza provvedendo a presentare regolare denuncia in Comune (ufficio anagrafe) evidenziando i veicoli posseduti, corrisponde alla data di annotazione della variazione negli atti dello Stato Civile.

Non hanno rilevanza, e non possono quindi gravare sul destinatario, gli eventuali ritardi nel passaggio di atti tra il Comune e il PRA.

In altre parole, se la notifica avviene quando sono decorsi più di 90 giorni dalla variazione anagrafica essa può dirsi non tempestiva, anche se il suddetto termine risultasse rispettato conteggiando dalla data di iscrizione della variazione nel PRA o nell'archivio nazionale veicoli.

Non conta, infine, nemmeno il fatto che il cittadino/destinatario non abbia comunicato la variazione anagrafica alla Motorizzazione ma solo all'ufficio comunale.

Ora, se non ha pagato la multa, lei potrà rimediare con un ricorso al giudice di pace entro 30 giorni dalla notifica della cartella esattoriale che seguirà, ex articolo 615 del codice di procedura civile.

8 settembre 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La notifica della multa adesso è breve – max 90 giorni dall'accertamento
Il nuovo Codice della strada (legge 120/10 - articolo 38)  ha accorciato  i tempi per la notifica della multa:  prima un Comune aveva 150 giorni a disposizione dall'accertamento dell'infrazione per recapitare il verbale ed effettuare la notifica della multa;  per le infrazioni commesse a partire dal 14 luglio 2010  i giorni ...
Notifica della multa e prescrizione dei termini
Le norme che disciplinano la notifica della  multa sono stabilite dal Codice Procedura Civile. Le norme stabiliscono che una la notifica della multa può avvenire, in assenza del destinatario o di persone di famiglia/conviventi (non palesemente incapaci o minori di anni 14), a persona addetta alla casa, ad un vicino ...
Notifica della multa non valida a indirizzo rilevato dal PRA qualora il destinatario abbia cambiato residenza
Non valida la notifica della multa all'indirizzo ottenuto dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) qualora il destinatario abbia cambiato residenza. Questa la motivazione della sentenza 18049/2011 della Corte di Cassazione. Secondo i giudici di Piazza Cavour, infatti, il terzo comma dell'articolo 201 del codice della strada - laddove prevede che le ...
Notifica del verbale di multa e cambio di residenza - Da quando decorrono i 90 giorni
Le comunicazioni al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) del cambio di residenza ritualmente dichiarato dal proprietario all'anagrafe comunale (nel rispetto della procedura da seguire e con l'indicazione anche dei dati relativi alla patente ed ai veicoli di proprietà) debbano essere eseguite di ufficio a cura degli uffici anagrafici. Pertanto, ove la ...
Verbale di multa - Termini di proposizione del ricorso al giudice di pace
L'atto di opposizione al verbale di contravvenzione al Codice della Strada deve essere depositato dinanzi al Giudice di Pace del luogo in cui è stata commessa la violazione, a pena di inammissibilità, nel termine di 30 giorni dalla contestazione immediata o dalla notifica della contravvenzione stessa (ovvero entro sessanta giorni ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa e termini di notifica per mancato aggiornamento al pra. Clicca qui.

Stai leggendo Multa e termini di notifica per mancato aggiornamento al PRA Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 8 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte Inserito nella sezione giurisprudenza.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • gab83 6 marzo 2015 at 13:08

    buongiorno, ho appena ricevuto un verbale di accertamento per violazione dell’art. 94 comma 2 e 3, ossia per mancata comunicazione alla motorizzazione del cambio di residenza.
    nel verbale viene riportato che a seguito della mancata notifica perchè il soggetto si è trasferito, veniva reintestato il verbale in data 29.04.2014 con l’obbligo di aggiornare i dati alla MCTC.
    infine precisa che a seguito degli accertamenti eseguiti in data 26.01.2015 veniva rilevata l’infrazione per omesso aggiornamento della carta di circolazione.
    tanto premesso, vi sono dei termini di prescrizioni per violazioni ai sensi dell’art. 94?
    Preciso che il cambio di residenza al comune è stato tempestivamente effettuato a febbraio 2014.
    Grazie.

    • Annapaola Ferri 6 marzo 2015 at 14:19

      Al momento del cambio di residenza presso gli uffici anagrafici doveva essere contestualmente chiesto l’aggiornamento dei dati della carta di circolazione, comunicando la targa del veicolo di proprietà.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca