Tasso nominale ed effettivo


In matematica finanziaria il tasso può essere espresso come “nominale” o “effettivo”. Quest’ultimo valore tiene conto dell’eventuale anticipazione delle quote interessi nel corso dell’anno, aspetto non contemplato dal tasso nominale. Trattando con tassi “annui” sarebbe infatti appropriato che il rimborso degli interessi maturati avvenisse in unica soluzione alla fine dell’anno.

ESEMPIO: consideriamo un prestito di 1.000 Euro al 12% con rimborso semestrale e ammortamento italiano (quota capitale costante), ovvero il seguente:

tassnomfig-11

A rigore, utilizzando un tasso annuo il primo pagamento (in corso d’anno) dovrebbe essere costituito da solo capitale, ovvero 500 Euro. Alla fine dell’anno invece si dovrebbero calcolare tutti gli interessi maturati nei dodici mesi e versarli insieme alla seconda rata di capitale. In tal caso tasso nominale e tasso effettivo coinciderebbero. La prassi degli ammortamenti è però quella di richiedere alla scadenza di ogni rata tutti gli interessi maturati nel frattempo. Ad nel caso sopra indicato verranno perciò richiesti 560 Euro alla prima scadenza e 530 alla seconda. A causa di ciò il finanziatore incasserà 60 Euro con sei mesi di anticipo.

Il tasso effettivo tiene conto dell’arricchimento anticipato del finanziatore. Come è facile immaginare, tanto più il pagamento è frazionato tanto più ampia sarà la differenza tra tasso nominale e tasso effettivo.

ESEMPIO: Si osservi nella tabella seguente come varia la differenza di tasso all’aumentare dei pagamenti annui.

tassnomfig-21

Con tassi contenuti l’effetto è pressoché irrilevante, ma acquisisce rapidamente significato al suo aumentare.

ESEMPIO: Ecco come cambia la differenza al crescere del tasso:

tassnomfig-3pg

Come indica il suo stesso nome il Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) prende in considerazione il “tasso effettivo” del finanziamento (oltre a considerare gli effetti delle spese correlate). Il passaggio dal tasso nominale al tasso effettivo avviene con la formula:

(1 + TAN / Rate Annue)Rate Annue – 1

ESEMPIO: Calcolo del tasso effettivo di un finanziamento al 12% con pagamento trimestrale (4 rate annue):

(1 + 0,12 / 4 )4 – 1 = 0,1255 ovvero 12,55%

Per fare una domanda sul tasso annuo nominale o TAN, sul tasso annuo effettivo globale o TAEG, sui finanziamenti in genere, sui contratti di prestito e  su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

29 Giugno 2013 · Chiara Nicolai


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui





Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!


Costa sto leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Tasso nominale ed effettivoAutore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 29 Giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 12 Marzo 2019 Classificato nelle categorie , , , , , , , , Numero di commenti e domande: 0. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.' .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)