Come ottenere lo sconto dell'80% sulla tassa rifiuti TARI

Tassa rifiuti » Sconti esenzioni riduzioni e agevolazioni: la guida per il contribuente

In quali casi è possibile ottenere sconti o agevolazioni in merito all'onere del pagamento della tassa rifiuti tari? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo.

In alcuni casi particolari, è possibile chiedere uno sconto dell’80% sulla Tari (tassa rifiuti).

Infatti, se il servizio di raccolta della spazzatura non funziona adeguatamente o viene sospeso con conseguenti danni all’ambiente, si può ottenere la riduzione.

Si ha, inoltre, diritto a beneficiare di una tariffa del 40%, rispetto a quella totale, se il punto di raccolta della spazzatura risulta distante dall’area servita.

Tali sconti sono previsti in base ad una recente sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Vibo Valentia che non fa altro che applicare alla lettera la legge: è infatti un legittimo diritto del contribuente chiedere la riduzione, ma spesso le amministrazioni non lo dicono o lo negano del tutto.

Vediamo di capirci di più.

Come ottenere lo sconto sulla tassa rifiuti

Vi spieghiamo, in sostanza come è possibile ottenere lo sconto sul pagamento della tassa rifiuti.

Tari: la tassa sui rifiuti consente di ottenere uno sconto dell’80% tutte le volte in cui il servizio di raccolta della spazzatura non viene curato adeguatamente o viene del tutto sospeso.

Spetta inoltre il diritto a beneficiare di una tariffa del 40%, rispetto a quella totale, se il punto di raccolta della spazzatura risulta distante dall’area servita.

A ricordare come ottenere una riduzione sulla Tari è una recente sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Vibo Valentia.

La pronuncia, in realtà, non fa altro che applicare alla lettera la stessa legge: è questa infatti la fonte da cui discende questo legittimo diritto del contribuente, spesso però sottaciuto dalle amministrazioni quando del tutto negato.

Ma, se così dovessero stare le cose e, nonostante la richiesta, il Comune dovesse negare la riduzione sulla Tari, si può ricorrere al Giudice (la Commissione Tributaria Provinciale, ossia il giudice «delle tasse») e farselo riconoscere da quest’ultimo.

Ma procediamo con ordine e vediamo come e quando si può richiedere uno sconto sulla tassa sui rifiuti, partendo da un esempio.

Cosa accade se la raccolta dei rifiuti non viene eseguita correttamente

Ecco cosa accade se la raccolta dei rifiuti non viene eseguita correttamente.

Capita spesso di ricevere dal Comune una cartella di pagamento della Tari, la Tassa Rifiuti, che deve pagare chiunque possieda o utilizzi spazi che producono rifiuti urbani.

Ma se il servizio non è a norma, o completamente disorganizzato, cosa si può fare?

Se si ritiene di essere vittime di un disservizio, è possibile andare al Comune per chiedere una riduzione dell’imposta sui rifiuti.

Infatti, secondo la sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Vibo Valentia, se il servizio di raccolta della spazzatura non funziona e, in città, i sacchetti non vengono ritirati, con disagi per tutti i cittadini, è possibile ottenere una riduzione dell’80% sulla Tari dovuta. In altre parole siamo tenuti a pagare solo il 20% dell’imposta.

Per ottenere lo sconto sulla tassa sui rifiuti, dovremo però documentare l’effettivo blocco della gestione del servizio rifiuti: lo potremo fare producendo una serie di fotografie e/o un’attestazione dell’Asl sul degrado igienico sanitario dell’area.

Quindi, se il servizio di raccolta della spazzatura non funziona, possiamo richiedere uno sconto dell’80% sulla Tari dovuta per l’anno d’imposta.



Quando è possibile ottenere uno sconto sulla tassa rifiuti

Ecco, in pratica, quando è possibile ottenere uno sconto sulla tassa rifiuti.

Il contribuente ha il diritto di chiedere uno sconto sulla tassa rifiuti nei seguenti casi:

Per ottenere la riduzione della TARI è necessario documentare l’effettivo blocco della gestione del servizio rifiuti.

Lo si può fare fornendo una serie di foto e/o un’attestazione dell’Asl sul degrado igienico sanitario dell’area.

Non esistono termini massimi per presentare la domanda al Comune.

Per la domanda, i Comuni dispongono di moduli propri, ma è possibile presentare la richiesta in carta libera, inviata con raccomandata a.r., PEC oppure consegnata a mani all’ufficio protocollo.

Nel caso il Comune dovesse negare la riduzione della tassa rifiuti, il cittadino può ricorrere alla Commissione Tributaria Provinciale.

Come e quando si paga la tassa rifiuti TARI

Come e quando si paga la tassa rifiuti TARI.

Sia le scadenze che i pagamenti della TARI 2017 variano da Comune a Comune.

Solitamente, comunque, la scadenza della TARI è ripartita in tre tranche:

Tra le modalità di pagamento della TARI 2017 abbiamo:

3 aprile 2017 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati - clicca sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Sgravio parziale o esenzione della tassa rifiuti » L'istanza va presentata ogni anno
Il contribuente, per poter ottenere lo sgravio parziale della tassa sui rifiuti (Tarsu), deve presentare l'istanza di riduzione al comune ogni anno, anzichè una sola volta. L'istanza per lo sgravio parziale della Tarsu va presentata annualmente. In mancanza, sono legittimi gli avvisi di accertamento del Comune al contribuente che ha [ ... leggi tutto » ]
TARSU E RIFIUTO DEL SERVIZIO DA PARTE DEL CONTRIBUENTE
La Corte di Cassazione ribadendo la natura tributaria della TARSU ha affermato che è irrilevante la dichiarazione con cui il contribuente rinuncia ad avvalersi del pubblico servizio di raccolta e smaltimento rifiuti. Infatti “i comuni esercitano in regime di privativa la raccolta e la gestione dei rifiuti solidi urbani e [ ... leggi tutto » ]
Tassa comunale sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani - Pillole
La tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani è dovuta da chi, a qualsiasi titolo, occupa o conduce locali, a qualunque uso adibiti, esistenti nel territorio comunale. Per le famiglie la Tariffa Rifiuti (TA.RI.) viene calcolata in base ai metri quadrati dell'immobile compresi box/posto auto, cantine, soffitte, escluse le aree [ ... leggi tutto » ]
Decadenza e prescrizione per la tassa sui rifiuti TARI (ex TARSU) » Differenze analogie e chiarimenti a riguardo
Nell'articolo che segue, vogliamo fornire al lettore istruzioni nell'ambito della prescrizione dei tributi locali, più precisamente per la tassa sui rifiuti (TARI), dei termini di decadenza per la notifica degli avvisi di accertamento e per la notifica della cartella esattoriale sempre relativamente ai tributi locali. Per cominciare, va precisato che [ ... leggi tutto » ]
Non assoggettabilità TARSU e inidoneità a produrre rifiuti? La prova spetta al contribuente
La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di un contribuente che sosteneva la non soggettività TARSU di propri locali adibiti a uso autorimessa perché inidonei a produrre rifiuti. I giudici hanno argomentato che “il presupposto della tassa di smaltimento dei rifiuti ordinari solidi urbani, secondo il decreto legislativo 15 [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come ottenere lo sconto dell'80% sulla tassa rifiuti tari. Clicca qui.

Stai leggendo Come ottenere lo sconto dell'80% sulla tassa rifiuti TARI Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 3 aprile 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria iuc tarsu tia imu tasi service tax e altri tributi locali Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info