TASI - domande e risposte

Ho un alloggio di categoria catastale A/1 adibito a mia abitazione principale e nel quale unitamente al mio nucleo familiare dimoro abitualmente e risiedo anagraficamente. Devo pagare la TASI?

No, la TASI non si applica al possesso dell'abitazione principale classificata in categoria A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze.

Marito e moglie (non separati o divorziati) risiedono in due differenti immobili in categoria A/2 situati nello stesso comune. Pagano entrambi la TASI?

L'abitazione principale può essere una sola per ogni nucleo familiare per cui devono decidere quale e per questa pagheranno la TASI; l'altra è da considerare come immobile a disposizione per il quale pagheranno l'IMU.

Marito e moglie (non separati o divorziati) risiedono nello stesso immobile in categoria A/3 ma per esigenze lavorative il marito dimora dal lunedì al venerdì in altro immobile non di sua proprietà. Devono pagare entrambi la TASI?

Sì, nelle condizioni descritte (marito e moglie, non separati o divorziati, risiedono nello stesso immobile in categoria A/3) entrambi pagano la TASI.

Sono anziano/disabile che ha preso la residenza in istituto di ricovero permanente

Sono anziano/disabile che ha preso la residenza in istituto di ricovero permanente: sono proprietario di una ex abitazione principale classificata in categoria catastale A/8 che tengo a disposizione e di un C/2, un C/6 e un C/7 pertinenziali all'abitazione. Devo pagare la TASI?

No, non deve pagare la TASI, deve pagare l'IMU.

Sono anziano/disabile e ho preso la residenza in un istituto di ricovero permanente - Ho affittato la mia ex abitazione principale e mi chiedo se devo pagare la TASI?

Gli anziani con residenza in un Istituto di ricovero permanente che abbiano locato l'ex abitazione principale non devono pagare la TASI, ma devono pagare l'IMU.

Sono separato/divorziato e possiedo il 50% della casa che era mia residenza e dove abitavo fino alla separazione. Questa casa è stata assegnata dal giudice alla mia ex moglie. Devo pagare la TASI?

No, la TASI deve pagarla esclusivamente il coniuge assegnatario.

Marito e moglie possiedono ognuno per il proprio 50% un'abitazione in categoria da A/2 ad A/7 con rendita catastale inferiore a € 700,00 dove abitano e risiedono anagraficamente e un box pertinenziale. In seguito al decesso del marito una percentuale di possesso va al figlio per successione. Chi deve dichiarare e versare la TASI?

Il 100% del possesso ai fini Tasi deve essere dichiarato dalla moglie così come il 100% del versamento dell'imposta per l'abitazione e per la pertinenza deve essere effettuato dalla moglie che per diritto di abitazione continua ad abitare nell'immobile. Nulla è dovuto dal figlio.

Quali sono le pertinenze dell'abitazione principale?

Sono esclusivamente gli immobili classificati nelle categorie: C/2 magazzini e locali di deposito, cantine, mansarde e soffitte; C/6 stalle, scuderie, rimesse, autorimesse, box auto, posto auto; C/7 tettoie chiuse o aperte.

Possiedo due box (C/6), tre cantine (C/2) e due tettoie (C/7). Posso considerarli tutti pertinenziali alla mia abitazione principale?

No, ne posso considerare solo uno per categoria: un box (C/6), una cantina (C/2) e una tettoia (C/7).

Le pertinenze devono essere vicino a casa?

Non si parla di distanza ma devono essere destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole al servizio dell'abitazione principale.

Possiedo una cantina accatastata unitamente all'abitazione principale, una cantina accatastata separatamente e un box. Posso considerarli tutti pertinenziali alla mia abitazione principale?

No, ne posso considerare solo uno per categoria, per cui la cantina accatastata unitamente all'abitazione principale e il box posso considerarli pertinenziali e ad essi applico il regime dell'abitazione principale, mentre per la cantina accatastata separatamente devo applicare l'aliquota ordinaria.

Marito e moglie possiedono ognuno per il proprio 50% una casa classificata in categoria catastale da A/2 ad A/7 dove abitano e risiedono anagraficamente ed entrambi possiedono (ognuno al 100%) anche un box pertinenziale. Possono considerare entrambi i box come pertinenza?

Sì, per entrambi i box potrà essere applicato il regime dell'abitazione principale perché ogni box è pertinenza della quota di possesso dell'abitazione principale.

Possiedo il 30% della mia abitazione principale classificata in categoria catastale da A/2 ad A/7, il restante 70% è posseduto da mia moglie e vorrei sapere se la detrazione viene rapportata alla nostra percentuale di possesso.

No, la detrazione non viene rapportata alla percentuale di possesso dell'abitazione, ma deve essere divisa a metà.

La detrazione come deve essere divisa?

La detrazione per abitazione principale deve essere suddivisa tra i proprietari che abitano nell'immobile indipendentemente dalla percentuale di possesso e deve essere rapportata al periodo in cui sussiste la destinazione d'uso di abitazione principale.

Quando ho diritto ad usufruire della detrazione per i figli?

Quando i figli hanno fino a 26 anni e dimorano e risiedono anagraficamente nell'abitazione.

Sono separato/divorziato ho un figlio di 15 anni che vive e risiede anagraficamente con me. Posso usufruire della detrazione per mio figlio?

Se vi è affidamento congiunto la detrazione si divide a metà tra i coniugi. E' ammessa la possibilità di attribuire l'intera detrazione a uno dei due genitori.

9 giugno 2014 · Giorgio Valli


Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tasi - domande e risposte. Clicca qui.

Stai leggendo TASI - domande e risposte Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 9 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria iuc tarsu tia imu tasi service tax e altri tributi locali Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Ivan Di Paola 9 ottobre 2014 at 18:47

    E nel caso la successione non è stata fatta?

    • Simone di Saintjust 9 ottobre 2014 at 18:56

      La TASI deve pagarla comunque il coniuge superstite, a cui il diritto di abitazione deriva non per successione ma per legge.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca