Tarsu - notifica di accertamento per dichiarazione omessa

Notifica di accertamento per omessa dichiarazione TARSU

Ho ricevuto nel febbraio 2012 quattro separate notifiche di accertamento per omessa dichiarazione Tarsu ed omesso versamento dei tributi, relative agli anni 2007-2008-2009-2010, anni in cui vivevo in affitto presso un appartamento in un altro comune diverso da quello in cui abito adesso.

Effettivamente, nel 2007 non feci denuncia di inizio locazione ai fini tarsu, nè in seguito ho mai regolarizzato nè versato il tributo.

Prima domanda: in quanto tempo si prescrive la tarsu, con particolare riferimento all'omessa dichiarazione ed ai tributi non versati?

Sono prescritte le pretese relative almeno al 2007?

Seconda domanda: in ciascuna delle quattro diverse notifiche di accertamento, mi viene ogni volta richiesta la sanzione per omessa dichiarazione, oltre ai tributi relativi all'anno in questione.

Ma la denuncia andava fatta una sola volta, non una volta ogni anno.

Tributi locali - Decadenza e prescrizione degli importi dovuti per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani

Per quanto attiene i tributi locali come la TARSU, a partire dal 1 gennaio 2007 gli avvisi di accertamento in rettifica e d'ufficio devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Entro gli stessi termini devono essere contestate o irrogate le sanzioni amministrative tributarie, a norma degli articoli 16 e 17 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, numero 472, e successive modificazioni.

Quindi, ritengo che anche la notifica dell'accertamento del 2007 sia in regola.

Invece, per quel che riguarda la reiterazione delle sanzioni per omessa dichiarazione, concordo pienamente con lei. Ma prima che scadano i termini per il ricorso, mi affretterei a presentare un'istanza in autotutela, chiedendo che l'applicazione delle sanzioni per omessa dichiarazione siano limitate esclusivamente al 2007.

10 ottobre 2012 · Genny Manfredi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Decadenza notifica cartella esattoriale per imposte sul reddito e per tasse comunali relative allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani
Il concessionario notifica la cartella di pagamento, entro l'ultimo giorno del quarto mese successivo a quello di consegna del ruolo, al debitore iscritto a ruolo o al coobbligato nei confronti dei quali procede, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre: del terzo anno successivo a quello di presentazione della ...
Prescrizione e decadenza delle pretese su IRPEF, bollo auto, TARSU, imposta di registro di successione e di donazione
Il concessionario notifica la cartella esattoriale, entro l'ultimo giorno del quarto mese successivo a quello di consegna del ruolo, al debitore iscritto a ruolo o al coobbligato nei confronti dei quali procede, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre: del terzo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione, ...
La notifica della cartella esattoriale per TARSU deve avvenire nel termine di prescrizione di cinque anni
In tema di riscossione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), la notifica della cartella esattoriale non è sottoposta ad alcun termine di decadenza, posto che quello fissato dall'art. 72, comma primo, del d.lgs. 15 novembre 1993, n. 507, si riferisce esclusivamente alla formazione e alla notifica ...
Prescrizione e decadenza dei tributi locali - sanzioni ed interessi
La finanziaria 2007 (legge 296/06, articolo 1 commi dal 161 al 167) ha modificato tutte le norme relative alla prescrizione e alla decadenza della riscossione dei tributi locali (l'Ici, la Tarsu, la Tosap, etc.),  più precisamente le regole relative all'accertamento, alla riscossione coattiva e alla decadenza dei relativi termini, termini ...
Tributi locali - Decadenza dell'avviso di accertamento
L'articolo 1, comma 161, della legge 296/2006 (legge finanziaria 2007) dispone che gli enti locali, relativamente ai tributi di propria competenza, procedono alla rettifica delle dichiarazioni incomplete o infedeli o dei parziali o ritardati versamenti, nonchè all'accertamento d'ufficio delle omesse dichiarazioni o degli omessi versamenti, notificando al contribuente, anche a ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tarsu - notifica di accertamento per dichiarazione omessa. Clicca qui.

Stai leggendo Tarsu - notifica di accertamento per dichiarazione omessa Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 10 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 8 luglio 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca