tanti finanziamenti e pochi soldi

Pur avendo letto un pò di mail sull'argomento, non sono riuscita a trovare una soluzione al mio problema...spero che possiate aiutarmi.

5 anni fa ho deciso di separarmi da mio marito,per una serie di motivi, incluso il fatto che lui spendeva tutti i soldi credo nel gioco...con la separazione mi sono liberata della sua presenza ma mi sono rimasti, con mia grande sorpresa, una serie di debiti a me intestati, lì per lì non essendo molto pratica ho cominciato a vedere come fare per onorare tutti questi debiti,ma poi con il passare del tempo per me sopravvivere risulta sempre più difficle, e nonostante abbia fatto dei finanziamenti no riesco ad arrivare a fine mese.

Vorrei sapere come fare x cercare di farmi ascoltare dalle finanziarie, ho provato a mettermi in contatto con loro,ma non si sono mai degnate di rispondermi.

Ora vorrei sospendere i rid dell'automobile che ho sul c/c e cercare di non pagare per un pò la cessione del quinto dello stipendio, cercando di mettere assieme 1 pò di liquidità x estingure la carta di credito che ho consumato fino all'osso e sulla quale pago il massimo degli interessi x superato importo, e risalire con lo scoperto di 2.600.00 euro sui quali ogni mese pago gli ammortamenti passivi, inoltre devo pagare ogni mese "debiti non ufficiali" ....insomma la "libertà" mi è costata veramente cara, se poi ci mettiamo che ho da finire di pagare il mutuo della casa e da crescere 1 bimba di 6 anni... quasi dimenticavo che poi dopo aver pagato anche le bollette devo riuscire a mettere il piatto in tavola...

Per piacere aiutatemi, perchè proprio non riesco più ad andare avanti...e sempre più spesso faccio dei cattivi pensieri...

La separazione è spessissimo devastante sul piano economico per i coniugi (per onestà, devo dire più spesso per gli uomini che per le donne, ma non è mai una passeggiata per nessuno).

Stante la situazione che descrive, deve valutare se può ancora permettersi di pagare il mutuo di casa. Potrebbe pensare di vendere l'immobile, e magari così facendo saldare i debiti, salvo poi però andare a vivere in affitto.

Se quest'ipotesi non dovesse essere praticabile, almeno immediatamente, Le consiglio viceversa di concentrarsi sul pagamento del mutuo dandogli la priorità, e cercare di gestire come meglio può il resto dei debiti.

Purtroppo per la cessione del quinto non c'è possibilità di gestione.. mai come in questo caso la finanziaria ha il coltello dalla parte del manico, avendo la trattenuta alla fonte. Solo il licenziamento potrebbe interrompere le trattenute.

11 marzo 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Consolidamento debiti – estinguere i vecchi debiti, unificare le rate e pagare di meno
Ah, le rate di fine mese! Quante sono le famiglie italiane che mensilmente fanno i conti con i debiti da pagare? Il mutuo, l'automobile, ma anche il televisore o più banalmente l'ultima settimana di vacanza in montagna. Piccoli e grandi prestiti che si sommano a fine mese in altrettanto piccole ...
Carta revolving
Per chi è gia familiare con l'uso delle carte di credito, la carta revolving (o carta di debito) puó rappresentare una semplice evoluzione. Solitamente, con la carta di credito (Visa, Mastercard, American Express e cosi via) tutti gli acquisti effettuati nell'arco di un mese sono addebitati in un'unica somma, il ...
L'accettazione del trattamento di fine rapporto non implica il mutuo consenso al licenziamento
La mera inerzia del lavoratore non è di per sé sufficiente a far ritenere una risoluzione del rapporto per mutuo consenso: affinché possa configurarsi una tale risoluzione è invece necessario che sia accertata, sulla base di ulteriori e significative circostanze, una chiara e certa volontà comune di porre fine ad ...
La fideiussione a garanzia supplementare del mutuo
Nel concedere un mutuo la banca deve considerare non solo il valore dell'immobile offerto in garanzia, ma anche la capacità economica del debitore di pagare le rate del mutuo (un elemento di valutazione è costituito dalla dichiarazione dei redditi). Per questa ragione, talvolta, viene richiesta la fideiussione da parte di ...
Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tanti finanziamenti e pochi soldi. Clicca qui.

Stai leggendo tanti finanziamenti e pochi soldi Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 11 marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 10 marzo 2018 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca