tasse ricorso


La guida al ricorso tributario

Giorgio Valli - 7 Aprile 2012


Se il contribuente ritiene illegittimo o infondato un atto emesso nei suoi confronti (per esempio, un avviso di liquidazione o di accertamento, una cartella esattoriale), può rivolgersi alla Commissione tributaria provinciale per chiederne l'annullamento totale o parziale. Nel valutare l'opportunità di instaurare un contenzioso tributario, occorre comunque ponderare sia tempi che costi. Infatti, la proposizione di un ricorso comporta, nella maggior parte dei casi, costi aggiuntivi rappresentati dall'obbligo di farsi assistere da un difensore e dal rischio, per chi perde, di essere condannato al pagamento delle spese. Per gli atti notificati dal 1° aprile 2012 è stato introdotto nel processo [ ... leggi tutto » ]


Impugnare tributo iniquo oltre i termini previsti

Simone di Saintjust - 13 Febbraio 2011


L'Agenzia delle Entrate notificava un accertamento con cui, sulla base degli studi di settore, rettificava il reddito d'impresa di una SNC. Tale accertamento, veniva altresì notificato in capo a ciascun socio. Avverso l'accertamento societario , dapprima sospeso, è stato proposto ricorso innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale successivamente dinanzi alla Commissione Tributaria Regione che lo accoglieva in toto. Il tributo è stato dunque sgravato ed annullato. Avverso l'accertamento personale, tutti i soci opponevano ricorso per tempo e, naturalmente, sono stati sgravati ad eccezione di uno per il quale il tributo non é stato contestato nei tempi previsti e pertanto, iscritto a [ ... leggi tutto » ]