tasse conciliazione giudiziale

Come evitare il contenzioso tributario

Giorgio Valli - 7 Aprile 2012

Per evitare il contenzioso tributario e sottrarsi a lunghi e costosi giudizi, esistono diversi strumenti deflativi, tra i quali l'acquiescenza, l'accertamento con adesione, la conciliazione giudiziale. Tra le più recenti modifiche normative, si segnala l'abolizione, dal 6 luglio 2011, dell'obbligo di presentare idonee garanzie in caso di pagamento a rate degli importi, superiori a 50.000 euro, dovuti a seguito di:  accertamento con adesione acquiescenza all'accertamento conciliazione giudiziale Con la legge di stabilità 2011 (legge numero 220 del 13 dicembre 2010), è stata invece modificata la misura delle sanzioni ridotte dovute in caso di:  acquiescenza  accertamento con adesione  definizione agevolata delle [ ... leggi tutto » ]

Acquiescenza, accertamento con adesione e conciliazione giudiziale - nuove riduzioni

Giorgio Valli - 2 Dicembre 2011

Sanzioni ancora più ridotte per acquiescenza, accertamento con adesione ed altri strumenti deflativi. La legge di stabilità 2011 ha modificato, infatti, la misura delle sanzioni ridotte dovute dai contribuenti in caso di: acquiescenza; accertamento con adesione; definizione agevolata delle sanzioni; adesione agli inviti al contraddittorio e ai processi verbali di constatazione; conciliazione giudiziale. Si tratta degli istituti introdotti nell'ordinamento tributario al fine di evitare il contenzioso tributario o chiudere una lite fiscale pendente. Dal 1° febbraio 2011 si applicano le seguenti misure: (*) La nuova misura della sanzione ridotta si applica con riferimento agli atti definibili emessi dagli uffici dell'Agenzia [ ... leggi tutto » ]