sollecito di pagamento



Morosità per fornitura gas » chiarimenti e tutela del consumatore

Giovanni Napoletano - 25 Marzo 2014


Obiettivo di quest'articolo è spiegare al consumatore tutte le problematiche legate alla morosità della fornitura del gas, ovvero quando si omette o si ritarda il pagamento di una bolletta legata al consumo, appunto, del gas. Chiariremo, inoltre, come tutelarsi nei caso di sospensione ingiusta dell'utenza e come ottenere indennizzi per ritardi o inottemperanze del gestore. [ ... leggi tutto » ]


Morosità per forniture di energia elettrica » informazioni utili

Giovanni Napoletano - 25 Marzo 2014


In questo articolo parleremo di tutti i problemi cui si va incontro in caso di morosità per la fornitura di energia elettrica, ovvero, quando non si paga o si paga in ritardo una bolletta della luce. Forniremo, inoltre, alcune dritte e informazioni su come potersi tutelare in caso di distacco ingiusto. [ ... leggi tutto » ]


Condominio » valido il decreto ingiuntivo emesso venti giorni dopo la messa in mora

Gennaro Andele - 24 Gennaio 2014


E' valido il decreto ingiuntivo contro il condomino, per le spese, emesso venti giorni dopo dalla preventiva costituzione in mora. È valido il decreto ingiuntivo contro il condomino, per le spese, emesso venti giorni dopo dalla preventiva costituzione in mora: l'opponente può formulare la domanda di annullamento dell'atto per il vizio intrinseco «in ordine alla pretesa d'immediato» anziché procrastinato pagamento. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 1444/14. Regolamento di condominio: decreto ingiuntivo e messa in mora Con la pronuncia citata nel precedente paragrafo, la Suprema Corte ha respinto il ricorso di un condomino. Lo stesso [ ... leggi tutto » ]


Equitalia e i solleciti di pagamento » motivi di contestazione

Andrea Ricciardi - 17 Gennaio 2014


Equitalia, riguardo alla notifica dei solleciti di pagamento, relativi soprattutto alle cartelle di modico valore (ammontare inferiore ai mille euro) non agisce in modo del tutto legittimo. Vediamo quali precauzioni adottare. Il sollecito di pagamento dovrebbe essere, di norma, un atto successivo alla notifica delle cartelle esattoriali e sarebbe previsto solo nel caso di debiti che non superano i 10.000 euro. Dunque il contribuente che, a suo tempo, non abbia pagato, né impugnato o contestato, la cartella ricevuta, dovrebbe ricevere un sollecito di pagamento, che funge da promemoria del debito, prima che vengano avviate azioni esecutive nei suoi confronti. Nel [ ... leggi tutto » ]


Recupero crediti » consigli per contrastare le richieste di pagamento

Carla Benvenuto - 11 Dicembre 2013


Recupero crediti: A volte capita di essere contattati dalle agenzie per somme, spesso, mai dovute. L'importante è non abbassare la guardia. Ecco alcuni consigli utili per contrastare richieste di pagamento fasulle. Capita spesso, di solito quando si ha a che fare con società di recupero crediti note per la poca trasparenza e caoticità nella gestione dei clienti, di ricevere fatture immotivate, gonfiate, per servizi non richiesti o non più attivi. In quei casi è legittimo opporre la più assidua resistenza. Già, perchè se l'azienda è sempre stata confusionaria nella gestione delle bollette, probabilmente lo sarà anche nell'eventuale fase di riscossione [ ... leggi tutto » ]