società di recupero crediti



Mea culpa – anche l’unirec non è più così selettiva con le società di recupero crediti associate

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Non cambia nulla e dovrò aggiornare l'articolo che tratta delle differenze fra società di recupero crediti affiliate ad unirec e non. Devo ammettere un mio evidente errore: in alcuni articoli ho enfatizzato troppo la distinzione fra società di recupero crediti affiliate e non in UNIREC. Sono pervenute numerose proteste da parte di chi asseriva che esistono società di recupero crediti serie ed affidabili anche non iscritte ad UNIREC. Vero, come è ormai  vero che l'appartenenza ad UNIREC non è più sinonimo di professionalità e correttezza, come accadeva solo alcuni anni fa. Infine, webmaster che siano in grado di metter su [ ... leggi tutto » ]


Debiti e società di recupero crediti – le citazioni fasulle di avvocati posticci innanzi al giudice di pace

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Lasci perdere SKY e la convocazione dal GDP: mI sembra che lei abbia problemi un pò più impellenti e dica pure all'avvocato di procedere se vuole. Semplicemente perchè non ha un soldo per pagare. La giudicheranno in contumacia? Significa che la giudicheranno in sua assenza e per debiti non si va in galera, nè spiccheranno un mandato di cattura internazionale. Se non ha meglio da fare e se il debito è inferiore a 516,46 può anche presentarsi lei, quando e se sarà, prima che si trasferisca in Germania. Scriverà una memoria su foglio di carta in cui esporrà che è [ ... leggi tutto » ]


Troppi “avvocati” nelle società di recupero crediti

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Se l'avvocato (al telefono siamo tutti avvocati) annullasse l'accordo sarebbe certamente in malafede. Un vero avvocato, del resto, non farebbe mai pagare il proprio cliente a fronte di una proposta ricevuta via fax o via e-mail (in quest’ultimo caso sarebbe necessaria almeno una casella di posta certificata). La proposta, per essere sottoscritta ed accettata, deve essere trasmessa in duplice copia dal debitore e sottoscritta in originale e redatta su carta intestata. Una volta che lei avrà pagato, non riceverà alcun supporto, nè alcun chiarimento, nè niente. Se si trova ad interagire con una società di recupero crediti seria, i suoi [ ... leggi tutto » ]


Debiti e società di recupero crediti – l’estratto cronologico inviato al debitore potrebbe configurare il reato di usura 

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Non rispondono per iscritto perchè se lo facessero, mettendo nero su bianco la pretesa debitoria, confesserebbero, per iscritto, nero su bianco, di essere usurai. Un foglio scritto, usato con competenza come prova, li esporrebbe ad un procedimento penale. E' semplicissimo. Innanzitutto lei deve accertarsi che il soggetto a cui effettua i pagamenti sia legittimato alla riscossione del debito. Occorre dunque che le venga trasmessa copia conforme della documentazione attestante la cessione dei diritti dal creditore originario al soggetto giuridico con cui sta perfezionando il concordato. Le comunicazioni di trasferimento del credito Il debitore ha diritto ad essere informato dell'avvenuto trasferimento [ ... leggi tutto » ]


Società di recupero crediti e violazione della privacy del debitore – risarcibilità del danno

Chiara Nicolai - 19 Settembre 2010


Il decreto legislativo196/03 (legge sulla privacy) riconosce la risarcibilità sia del danno patrimoniale che quello non patrimoniale sofferto. Lei potrebbe rivolgersi al Garante per la Protezione dei dati personali (Garante privacy) presentando una segnalazione, un reclamo o un ricorso. Segnalazione Quando non è possibile presentare un reclamo circostanziato (in quanto, ad esempio, non si dispone delle notizie necessarie), oppure non si intende proporlo, si può inviare al Garante per la privacy una segnalazione (articolo 141, comma 1, lettera b)), fornendo elementi utili per un eventuale intervento dell'Autorità volto a controllare l'applicazione della disciplina rilevante in materia di protezione dei dati [ ... leggi tutto » ]