pratiche commerciali scorrette


Contratti a distanza » nuove disposizioni per penali e costi di disattivazione

Giovanni Napoletano - 17 Febbraio 2014


Da giugno 2014 cambieranno molte disposizioni riguardo alla normativa di applicazione sui contratti a distanza. Novità su penali, costi di disattivazione, diritto di recesso e molto altro. Vi aggiorniamo sulle principali novità in materia di contratti a distanza contenute in un decreto del Consiglio dei Ministri e che saranno operative dal prossimo 14 giugno. Già, perché, tutti i costi dovranno essere esplicitati, anche quelli di disattivazione, non si potranno applicare commissioni aggiuntive sui pagamenti con carte di credito e bancomat e il diritto di recesso passerà da 10 a 14 giorni. Le principali novità in materia di contratti a distanza [ ... leggi tutto » ]


Bolletta del cellulare: strani addebiti? » attenzione ai banner pubblicitari

Giovanni Napoletano - 30 Gennaio 2014


Bolletta del cellulare troppo salata? Occhio ai banner pubblicitari Bolletta salata? E' bene segnalare alcune pratiche commerciali scorrette utilizzate da alcune compagnie di telefonia mobile. A volte, infatti, alcune offerte commerciali si attivano automaticamente al passaggio del dito sullo smartphone, e i costi della bolletta telefonica si impennano notevolmente. Le aziende, successivamente, accettano la conciliazione con l'utente, ma ad una sola condizione: mantenere la riservatezza sull'accaduto. Questo accordo di segretezza viene imposto a tutti i consumatori, clienti di alcune compagnie telefoniche che, imbattuti in vere e proprie frodi, hanno avuto la faccia tosta di richiedere il risarcimento. Molti di voi, [ ... leggi tutto » ]


E’ pubblicità ingannevole se si induce il cliente ad entrare in negozio ma poi manca merce in offerta » sentenza corte di giustizia europea

Giovanni Napoletano - 14 Gennaio 2014


Infatti, una pratica commerciale dev'essere qualificata come «ingannevole», ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 2005/29/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 maggio 2005, relativa alle pratiche commerciali sleali delle imprese nei confronti dei consumatori nel mercato interno e che modifica la direttiva 84/450/CEE del Consiglio e le direttive 97/7/CE, 98/27/CE e 2002/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (CE) numero 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio («direttiva sulle pratiche commerciali sleali»), qualora tale pratica, da un lato, contenga informazioni false o possa ingannare il consumatore medio e, dall'altro, sia idonea ad indurre il [ ... leggi tutto » ]


Pratiche commerciali scorrette » agcm vs groupon

Giovanni Napoletano - 24 Dicembre 2013


L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha deciso di avviare un procedimento per verificare possibili pratiche commerciali scorrette da parte di Groupon. L'istruttoria è stata avviata alla luce delle denunce presentate da alcune associazioni dei consumatori. Groupon, il noto sito web che vende servizi a prezzi scontati attraverso il sistema dei coupon, è finito sotto la lente dell'Antitrust. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti deciso di avviare un procedimento per verificare possibili pratiche commerciali scorrette da parte di Groupon. L'istruttoria è stata avviata alla luce delle denunce presentate da alcune associazioni dei consumatori e da [ ... leggi tutto » ]


Acquisti all’interno dell’ue » pratiche sleali e diritti del consumatore

Giovanni Napoletano - 20 Dicembre 2013


Quando si fanno acquisti all'interno dell'Unione Europea (UE), sia online, per telefono o mediante un catalogo, si è protetti da una serie di diritti in quanto consumatori. Scopriamo quali nel proseguio dell'articolo. Acquisti all'interno dellUE: consigli per i consumatori Quando pubblicizzano, vendono o forniscono prodotti, le imprese sono tenute a darti una quantità sufficiente di informazioni precise (diritto alle informazioni online) per permetterti di decidere con cognizione di causa cosa acquistare. In caso contrario, la loro azione può essere considerata sleale. Siete protetti contro 2 categorie principali di pratiche commerciali sleali: le pratiche ingannevoli e aggressive le pratiche aggressive tariffarie [ ... leggi tutto » ]