pra - pubblico registro automobilistico



Le nuove armi a disposizione del creditore » tutto sull’uso dello strumento telematico da parte dell’ufficiale giudiziario per la ricerca dei beni del debitore

Andrea Ricciardi - 2 Dicembre 2014


Con la riforma della giustizia l'ufficiale giudiziario, per la ricerca dei beni del debitore, avrà dalla sua l'uso dello strumento telematico. La riforma della giustizia introduce la ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare, strumento che potrebbe rivelarsi particolarmente utile per soddisfare le pretese, spesso deluse, dei creditori. A partire dall'11 dicembre 2014, infatti, il creditore che intende procedere ad esecuzione forzata, può proporre istanza al presidente del tribunale nella cui circoscrizione il debitore ha la propria residenza, domicilio, dimora o sede, affinché autorizzi l'ufficiale giudiziario alla ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare. Ciò varrà, però, esclusivamente [ ... leggi tutto » ]


Pignoramento degli autoveicoli: ci siamo » dall’11 dicembre 2014 in vigore la nuova normativa: ecco cosa cambia

Gennaro Andele - 2 Dicembre 2014


Dall'11 dicembre 2014, scattano gli aggiornamenti normativi per quanto riguarda il pignoramento degli autoveicoli: vediamo, in sintesi, come e cosa cambia. Come noto, la riforma della giustizia ha cambiato radicalmente molte norme riguardo all'esecuzione forzata, in particolare, per quanto riguarda il pignoramento dei veicoli. Con l'entrata in vigore della riforma della giustizia, infatti, il pignoramento degli autoveicoli dovrà effettuarsi secondo le nuove regole dettate dal legislatore. In pratica, già solo con una ricerca effettuata dal computer, l'ufficiale giudiziario, collegato con il PRA (Pubblico Registro Automobilistico), potrà individuare i veicoli di proprietà del debitore, ponendoli sotto esecuzione forzata, senza che vi [ ... leggi tutto » ]


Recupero crediti: ora più semplice » per l’ufficiale giudiziario sarà possibile la consultazione dell’anagrafe tributaria

Andrea Ricciardi - 9 Settembre 2014


Novità per quanto riguarda il recupero crediti: con la riforma della giustizia, sarà dato il via libera all'interrogazione dell'Anagrafe tributaria e dei conti correnti da parte del creditore. Se le innovazioni al processo di recupero crediti saranno approvate in via definita, per i debitori si prospetteranno tempi davvero duri. Infatti, grazie alla riforma della giustizia, sarà permesso all'ufficiale giudiziario, su richiesta del creditore, di interrogare l'Anagrafe Tributaria del fisco. Ma perché è stata introdotta questa modifica? E cosa comporta in parole povere? Cerchiamo di capirci meglio. Molto spesso rimane difficile, per il creditore, ricercare dei beni che possono dar luogo [ ... leggi tutto » ]


Rc auto » in arrivo il database per scovare i falsi infortuni

Gennaro Andele - 2 Settembre 2014


Rc auto: arriva l'ok dell'Autorità per la tutela della Privacy per la creazione del nuovo archivio informatico contro le frodi alle assicurazioni. A breve sarà operativo un database i per scovare i falsi infortuni. Si prospettano tempi duri, si spera, per i furbetti delle assicurazioni, ovvero chi guadagna sugli incidenti finti o gli infortuni simulati. Sta per nascere una banca dati unica con incrocio intelligente delle informazioni dove si individueranno in anticipo i soggetti a rischio ed ogni sinistro sarà contrassegnato da un indicatore di anomalia. Praticamente, si saprà prima quante volte un soggetto ha testimoniato in cause assicurative. Lo [ ... leggi tutto » ]


Compravendita di auto usate: aumentano le truffe » vi spieghiamo come difendersi

Gennaro Andele - 21 Luglio 2014


A causa della crisi economica, negli ultimi mesi, sono aumentate esponenzialmente le compravendite di auto usate. Purtroppo, però, in modo direttamente proporzionale, sono cresciute anche le truffe ai danni dei consumatori. Vi forniamo, dunque, qualche consiglio di cui fare tesoro per evitare spiacevoli sorprese.. E' bene innanzitutto sapere che vendere un veicolo significa sottoscrivere una dichiarazione di vendita, e questa deve sempre essere compilata in ogni sua parte nel retro del certificato di proprietà con i dati dell'acquirente e con la marca da bollo. Quindi, la prima regola importante è che la dichiarazione di vendita non va mai sottoscritta in [ ... leggi tutto » ]