famiglia obbligo mantenimento figli maggiorenni


Mantenimento figli maggiorenni – il genitore obbligato può accedere agli atti relativi al reddito percepito dal figlio

Chiara Nicolai - 2 Dicembre 2014


Veniva opposto diniego di accesso agli atti ad un genitore che, al fine di dimostrare la raggiunta indipendenza economica del figlio, chiedeva di conoscere i dati reddituali di quest'ultimo, a cui corrispondeva un assegno di mantenimento. L'accesso agli atti veniva richiesto in seguito ad azione esecutiva proposta, nei confronti del genitore obbligato, dal coniuge separato convivente con il figlio, a favore del quale era stato disposta giudizialmente, ma non adempiuta, la corresponsione dell'assegno alimentare. Il genitore sottoposto ad esecuzione, in seguito al diniego di accesso, motivato formalmente con l'assenso negato dall'interessato, adiva il Tribunale Regionale Amministrativo competente, che accoglieva il [ ... leggi tutto » ]


Mantenimento » nessuna spesa straordinaria per il figlio specializzando

Giorgio Martini - 8 Gennaio 2014


Dal padre separato o divorziato né mantenimento né spese straordinarie al figlio specializzando. Infatti, dopo il divorzio, il genitore onerato a versare l'assegno di mantenimento, e a contribuire al 50 per cento alle spese straordinarie nei confronti del figlio maggiorenne, deve essere sollevato da detti obblighi laddove il giovane consegua l'accesso a una scuola di specializzazione universitaria, la quale, pur prevedendo un rapporto a termine, assicura entrate non saltuarie e non risulta assimilabile a una mera borsa di studio. Questo, riassunto in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 18974/2013. Mantenimento per figlio specializzando: osservazioni sul verdetto La [ ... leggi tutto » ]


Mantenimento » stop per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale

Andrea Ricciardi - 2 Gennaio 2014


Stop al mantenimento per il figlio trentenne universitario dotato di patrimonio personale. Infatti, non sussiste l'obbligo paterno di sostentamento nei riguardi del figlio ultratrentenne universitario dotato di patrimonio personale. Inoltre, il trasferimento in una sede diversa dal luogo di residenza familiare del figlio per studiare toglie alla ex il diritto all'assegnazione della casa familiare. Questa, in sintesi, la massima della Corte di Cassazione espressa con la pronuncia 27377/13. No al mantenimento per figlio dotato di patrimonio personale: osservazioni Cessa l'obbligo paterno di mantenimento nei riguardi della figlia ultratrentenne universitaria dotata di patrimonio personale. Inoltre, il trasferimento in una sede diversa [ ... leggi tutto » ]


Mantenimento figlio maggiorenne » genitore disoccupato comunque obbligato

Giuseppe Pennuto - 6 Novembre 2013


Dopo la separazione, il genitore, anche se disoccupato, è comunque obbligato a versare l'assegno di mantenimento al figlio maggiorenne. Questo essenziale concetto è stato concepito dalla Suprema Corte la quale, con la pronuncia 24424/2013, ha stabilito che: In materia di obblighi di contribuzione dei genitori nei confronti dei figli maggiorenni secondo cui l'obbligo dei genitori di concorrere al mantenimento dei figli, secondo le regole degli articoli 147 e 148 Cc, non cessa, ipso facto, con il raggiungimento dalla maggiore età da parte di questi ultimi, ma perdura, immutato, finché il genitore interessato alla declaratoria della cessazione dell'obbligo stesso non dia [ ... leggi tutto » ]


Mantenimento e affidamento dei figli » decreti sono subito esecutivi

Andrea Ricciardi - 11 Giugno 2013


È immediatamente esecutivo il decreto emesso in materia di mantenimento dal tribunale in sede di modifica delle condizioni di divorzio. E ciò anche se il provvedimento risulta già gravato da reclamo: deve infatti essere interpretata in modo estensivo la disposizione contenuta nell'articolo 4 della legge 74/1987, modificata dalla legge 80/2005, secondo cui la sentenza di primo grado è immediatamente esecutiva per la parte riguardante i provvedimenti di natura economica. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 10064/13, ha sancito che: In materia di revisione delle disposizioni concernenti l'affidamento dei figli e di quelle relative alla [ ... leggi tutto » ]