multa - notifica

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!




I 90 giorni per la notifica del verbale di multa decorrono dalla data dell’infrazione anche in caso di rilevamento automatico dell’eccesso di velocità

Giuseppe Pennuto - 23 Marzo 2018


A fronte dell'eccezione di tardività della notifica del verbale di accertamento sollevata dal trasgressore o dal proprietario del veicolo ed accolta in sede giudiziale, spesso la Pubblica Amministrazione (PA) ricorre denunciando violazione e falsa applicazione dell'articolo 201 del codice della strada, e contesta che, nel caso di rilevamento automatico dell'infrazione, l'accertamento dell'illecito avviene necessariamente in un momento successivo, richiedendo un'attività istruttoria complessa (a mezzo dell'esame dei fotogrammi e l'incrocio dei dati) finalizzata a riscontrare il nesso tra il veicolo di cui è stato registrato il transito e la proprietà dello stesso. Ricordiamo che l'articolo 201 del codice della strada dispone [ ... leggi tutto » ]


La notifica della multa presso il domicilio digitale del trasgressore o del coobbligato

Giuseppe Pennuto - 20 Gennaio 2018


E' stato istituito il pubblico elenco dei domicili digitali delle persone fisiche e degli altri enti di diritto privato non tenuti all'iscrizione in albi professionali o nel registro delle imprese. La realizzazione e la gestione del registro sono affidate all'Agenzia per l'Italia Digitale (AGID), che vi provvede avvalendosi delle strutture informatiche delle Camere di commercio già deputate alla gestione del pubblico elenco dei elenchi digitali dei professionisti e degli altri enti di diritto privato tenuti all'iscrizione in albi professionali o nel registro delle imprese. Entrambi i due elenchi confluiranno nel pubblico registro nazionale dei domicili digitali della popolazione residente, tenuto [ ... leggi tutto » ]


Sanzioni amministrative » la scissione degli effetti della notifica tra notificante e destinatario

Giuseppe Pennuto - 1 Dicembre 2017


La scissione degli effetti della notifica, a seguito della sentenza della Corte costituzionale 447/2002, trova applicazione anche alla notifica del verbale di contestazione della sanzione amministrativa in materia di violazioni del codice della strada. La sentenza 477/2002 della Corte costituzionale ha affermato il principio secondo il quale gli effetti della notifica debbono essere ricollegati, per quanto riguarda il notificante, al solo compimento delle formalità a lui direttamente imposte dalla legge (essendo l'attività degli organi della notifica sottratti alla sua sfera di disponibilità). Gli effetti della notifica, per il notificante, si producono dal compimento delle formalità a lui imposte dalla legge. [ ... leggi tutto » ]


Ai fini della prescrizione di una sanzione amministrativa la notifica della cartella esattoriale si perfeziona solo al momento in cui l’atto perviene all’indirizzo del destinatario e non con la consegna all’ufficio postale

Giuseppe Pennuto - 29 Agosto 2017


In tema di sanzioni amministrative, la consegna, all'ufficiale giudiziario (o al servizio postale) di un atto successivo al verbale di accertamento, non è idonea ad interrompere il decorso del termine di prescrizione quinquennale del diritto alla riscossione previsto dall'articolo 28 della legge 689/1981. Infatti, il principio generale, secondo il quale, indipendentemente dalla modalità di trasmissione, la notifica di un atto si intende perfezionata, dal lato del richiedente, con l'affidamento dell'atto all'ufficiale giudiziario (o all'ufficio postale) non si estende all'ipotesi di estinzione del diritto per prescrizione, dal momento che, affinché l'atto produca l'effetto interruttivo del termine prescrizionale, è necessario che lo [ ... leggi tutto » ]


Consegna di una sanzione amministrativa a mezzo servizio postale nelle mani di un convivente del destinatario – i giudici di legittimità offrono un ripasso della procedura

Giuseppe Pennuto - 24 Giugno 2017


Il procedimento di notifica delle sanzioni amministrative ricalca le modalità previste dal codice di procedura civile, ovvero si realizza, via posta, secondo le norme sulle notifiche effettuate a mezzo del servizio postale di cui alla legge 890/1982. L'agente postale consegna il piego nelle mani proprie del destinatario, ma se la consegna non può essere fatta personalmente al destinatario, il piego è consegnato, nel luogo indicato sulla busta che contiene l'atto da notificare, a persona di famiglia che conviva anche temporaneamente con il destinatario ovvero addetta alla casa ovvero al servizio del destinatario, purché il consegnatario non sia persona manifestamente affetta [ ... leggi tutto » ]





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!